rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca

Coronavirus, la diocesi di Reggio Calabria-Bova sospende messe e funerali

Il presule comunica ai fedeli reggini che, accogliendo le disposizioni del decreto del Consiglio dei ministri, fino a venerdì 3 aprile, non saranno celebrate le funzioni religiose

Considerata la gravità della situazione, Giuseppe Fiorini Morosini, arcivescovo metropolita della diocesi di Reggio Calabria-Bova, accogliendo le direttive del decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, con grande dolore, comunica ai fedeli che, fino a venerdì 3 aprile, non saranno celebrate le messe feriali e festive e neanche i funerali.

Le disposizioni per i funerali

In caso di morte di un fedele, il presule dispone che si faccia solo la benedizione della salma, a casa, esclusivamente con i congiunti ed in orario da concordare con la famiglia, rimandando ad altra data la celebrazione eucaristica in suffragio del defunto.

Monsignor Morosini raccomanda inoltre che, "dove possibile, siano mantenute aperte le chiese per la preghiera personale, fatte salve tutte le disposizioni contenute nel decreto".

Il messaggio della Cei

"Si tratta di un passaggio fortemente restrittivo – ha scritto la Cei nella sua nota - la cui accoglienza incontra sofferenze e difficoltà nei Pastori, nei sacerdoti e nei fedeli.

L’accoglienza del Decreto è mediata unicamente dalla volontà di fare, anche in questo frangente, la propria parte per contribuire alla tutela della salute pubblica".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la diocesi di Reggio Calabria-Bova sospende messe e funerali

ReggioToday è in caricamento