rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Scilla

Costa Viola, pescavano con l'ausilio delle bombole: beccati e multati tre sub

Nei guai sono finiti tre pescatori, intercettati dai militari della guardia costiera. Sotto chiave il pescato e le attrezzature: tre bombole con erogatore, due fucili ed altre utilità

Erano intenti a praticare la pesca subacquea con l’utilizzo illegale di autorespiratori quando sono stati scoperti dai militari della guardia costiera della direzione marittima di Reggio Calabria. Ai tre pescatori di frodo, intercettati nel tratto di mare antistante la Costa Viola di Scilla dopo specifici appostamenti, i militari oltre ad elevare una multa di mille euro hanno sequestrato il pescato e tutta l'attrezzatura (tre bombole con erogatore, due fucili ed altre utilità).

"La vigente normativa - spiegano dalla direzione marittima - vieta l’utilizzo di autorespiratori per effettuare pesca subacquea, così come non è permesso l’utilizzo di fonti luminose ed attrezzature da pesca di tipo professionale.

L’attività conferma, purtroppo l’ampia diffusione di queste pratiche illegali, che sebbene da un lato rappresentino, talvolta, finanche una sorta di “valvola sociale” per la sopravvivenza, in un contesto economico sempre più difficile, dall’altro non fanno che compromettere o danneggiare gravemente l’intero ecosistema marino locale, con la conseguenza di impoverire ulteriormente le relative risorse biologiche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costa Viola, pescavano con l'ausilio delle bombole: beccati e multati tre sub

ReggioToday è in caricamento