Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Centro

Crescono i contagi tra i ragazzi, Giuffrida: "Nessuno era vaccinato"

Tra Reggio e Melito sono tanti i giovani che hanno contratto il virus, alcuni anche con la variante Delta. "Occorre proteggersi perché ancora è alto il rischio di contrarre la malattia"

La variante Delta cresce in tutta Italia e se continua il trend si andrà verso il prolungamento dell'emergenza. Cresce il contagio, soprattutto, tra i giovani. A Reggio Calabria e a Melito Porto Salvo ci sono dei focolai proprio tra i giovani. Lo spiega il dirigente dell'Asp Sandro Giuffrida, sentito da ReggioToday: “A Melito il contagio è partito da quattro ragazzi di rientro da un viaggio studio a Malta. Avevano fatto il tampone ed erano risultati negativi e così hanno partecipato a feste e hanno incontrato amici. Purtroppo poco dopo si sono positivizzati e inconsapevolmente hanno contagiato anche altri ragazzi. Adesso sono tutti in quarantena, anche qualche genitore. Tutto è sotto controllo. Anche a Reggio ci sono stati altri piccoli focolai sempre di giovani rientrati in città. Alcuni hanno contratto i virus con la variante Delta, che è molto più rapida nella diffusione”

Giuffrida Sandro-3“Tutti i ragazzi – afferma Giuffrida – che abbiamo preso, adesso, in carico per il Covid non erano vaccinati. Bisogna, dunque, incentivare le vaccinazioni e continuare a fare molta attenzione, utilizzando la mascherina, mantenendo il distanziamento sociale e lavandosi spesso le mani. Purtroppo ancora il virus è attivo e sta girando, soprattutto la variante delta sappiamo che è molto rapida nella diffusione. Per questo è opportuno, soprattutto adesso che è estate e si è più propensi ad uscire, a frequentare gente, continuare a proteggersi”.

Dunque anche a Reggio il virus attacca i giovani e crescono i contagi. Bisogna fare attenzione a non destare allarmismo, però, perché se è vero che ci sono ragazzi conteggiati, come spiega il dott. Giuffrida “il numero ancora è contenuto e non ci sono criticità. Sicuramente avremo, nei prossimi giorni, più contagi ma di minore gravità rispetto ai mesi scorsi” quando la pandemia ci ha costretti tutti a casa e le terapie intensive erano in affanno e anche vero che non vi sono "zone rosse" ad elevato rischio contagio.

A Melito i vigili avvisano la popolazione 

Intanto la polizia municipale è stata chiamata a diramare, attraverso i canali social, una nota di avviso alla popolazione proprio per evitare che false notizie si diffondano e si crei allarmismo.
“Stanno circolando sui social e via whatsapp dei bollettini covid  - si legge nella nota - artatamente modificati, che riportano un numero ben più alto di persone positive, rispetto ai messaggi ufficiali diramati e pubblicati dal Comando di Polizia Locale. Si avvisa la cittadinanza di seguire solo le informazioni ufficiali che vengono pubblicate sulla pagina FB del comando e sul sito istituzionale dell'ente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crescono i contagi tra i ragazzi, Giuffrida: "Nessuno era vaccinato"

ReggioToday è in caricamento