rotate-mobile
Focus sul Covid

Covid e Natale, feste con il fiato sospeso: urge vaccinarsi

Scuole in dad, contagi in aumento. Il direttore dell'Asp Giuffrida raccomanda di somministrare la dose anche ai bambini

I contagi tornano ad alzarsi in maniera preoccupante, alcune scuole cittadine sono già in didattica a distanza e le feste natalizie, ancora una volta, saranno condizionate dal Covid. Il prossimo periodo festivo, in cui i contatti tra gruppi di persone aumentano, può peggiorare le cose e incombe il rischio di chiusura dopo che in molte città italiane sono stati già annullati gli eventi e sono già scattati i divieti. 

Ieri, intanto, il vertice in Prefettura proprio per capire come affrontare la situazione e il direttore del Dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale Sandro Giuffrida, ha chiesto ai sindaci "di annullare in tutti i centri del Reggino eventi a rischio assembramenti, che possono sfuggire al controllo, ed evitare di autorizzarne di nuovi" e anche di aumentare la sorveglianza. 

La campagna vaccinale dei bambini

Nel complesso, però, grazie ai vaccini e alla terza dose, il periodo festivo sarà decisamente più "nomale" rispetto allo scorso anno. Certo, mantenendo tutte le precauzioni del caso. Proprio per questo l'invito del direttore Giuffrida è di fare il vaccino anche ai più piccoli. La campagna vaccinale infatti si è aperta da qualche giorno per i bambini dai cinque agli undici anni. 

“I bambini, - spiega Giuffrida – possono vaccinarsi, dopo essersi prenotati sulla piattaforma, negli hub vaccinali allestiti sul territorio. Non ci sono hub ad hoc ma all'interno di quelli già allestiti ci sono percorsi distinti proprio dedicati ai più piccoli”.

Somministrazioni terze dosi con Moderna

Il direttore dell'Asp poi spiega: “Per le terze dosi stiamo somministrando il vaccino Moderna, mentre il Pfizer, di cui abbiamo una modesta quantità di dosi,  lo stiamo inoculando a chi deve effettuare la seconda dose ed ha già fatto la prima Pfizer. Ci tengo a precisare, però, che Moderna e Pfizer sono vaccini equivalenti”.

La situazione al Grande ospedale metropolitano

Al Gom, intanto, continuano ad arrivare pazienti affetti dal Covid e la terapia intensiva è già in sofferenza (sette i ricoverati), tra questi, specifica il direttore dell'Asp Giuffrida "la maggior parte non è vaccinata".

L'appello, dunque, è di vaccinarsi e far vaccinare i ragazzi ed i bambini per cercare di sconfiggere questo virus che muta e miete ancora vittime. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e Natale, feste con il fiato sospeso: urge vaccinarsi

ReggioToday è in caricamento