rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Salute

Covid: report Gimbe, al ralenti quarta dose vaccino

Il presidente Nino Cartabellotta: "inaccettabili diseguaglianze regionali"

"Al ralenti la quarta dose" di vaccino anti-Covid. Così la Fondazione Gimbe nel report settimanale con il monitoraggio della situazione epidemiologica e della campagna vaccinale. Nel merito Gimbe evidenzia che "al 4 maggio sono state somministrate 133.491 quarte dosi. In base alla platea ufficiale (791.376), aggiornata al 9 marzo, il tasso di copertura nazionale per le quarte dosi è del 16,9% con nette differenze regionali: dal 2,9% del Molise al 57,1% del Piemonte".

Leggi la notizia integrale su Today

Mentre sul fronte del richiamo per gli over 80, i fragili (60-79 anni) e gli ospiti della Rsa, "al 4 maggio sono state somministrate 249.780 quarte dosi. In base alla platea ufficiale (n. 4.422.597 di cui 2.795.910 di over 80, 1.538.588 persone fragili di età 60-79 anni e 88.099 ospiti delle RSA che non ricadono nelle categorie precedenti), aggiornata al 19 aprile, il tasso di copertura nazionale per le quarte dosi è del 5,6% con nette differenze regionali: dall’1,6% della Calabria all’11,1% dell’Emilia-Romagna".

"Nell’ambito di un generalizzato flop delle quarte dosi nelle persone immunocompromesse – commenta Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – le inaccettabili diseguaglianze regionali dimostrano da un lato l’efficacia delle strategie di chiamata attiva dall’altra l’immobilismo organizzativo della maggior parte delle Regioni. Ça va sans dire che rispetto all’ulteriore platea di 4,2 milioni di persone candidate a ricevere la quarta dose già emergono nette differenze tra Regioni, oltre che una partenza al ralenti delle somministrazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: report Gimbe, al ralenti quarta dose vaccino

ReggioToday è in caricamento