rotate-mobile
Lotta al virus / San Salvatore

Covid, successo per la due giorni vaccinale nella vallata del S.Agata

La Pro Loco San Salvatore ha voluto manifestare con queste iniziative la vicinanza alle necessità della gente e della Vallata in cui opera

Grande soddisfazione nella vallata del S.Agata per le due giornate vaccinali contro il Covid realizzate nel Borgo San Salvatore presso i locali della parrocchia San Giuseppe e SS. Salvatore. Un servizio gratuito per la popolazione residente nella vallata, che nasce nella sede legale della Proloco San Salvatore, capitanata dal presidente Demetrio Iero in piena sinergia e collaborazione con la parrocchia guidata da don Giovanni Gattuso e il gruppo Folk “La Ginestra” con il presidente Domenico Pitasi.

Il servizio vaccinale si è svolto in due fasi: domenica 6 febbraio con la somministrazione in sede di oltre 120 dosi vaccinali (prime, seconde e terze dosi), ha agevolato così quella fascia di popolazione che avrebbe trovato difficoltà nel percorrere decine di chilometri per giungere alle rispettive strutture vaccinali del centro città; la seconda fase del 16 febbraio scorso che ha garantito così il servizio vaccinale a domicilio presso quelle persone più vulnerabili e bisognose impossibilitate a recarsi nei centri vaccinali, perché ammalate, anziane e/o sole con la somministrazione di oltre 25 dosi vaccinali.

vallata s agata vaccinazioni-2La Pro Loco San Salvatore ha manifestato con queste iniziative la vicinanza alle necessità della gente e della Vallata in cui opera. Il consiglio direttivo ha espresso "viva soddisfazione e profondo senso di gaudio per aver reso possibile tale nobile servizio alla popolazione. Desideriamo ringraziare chi con grande senso di sacrificio ha reso possibile la realizzazione degli eventi. Il maresciallo Renzo Romeo dell’unità anticrisi covid 19, il quale in perfetta sinergia con il direttore Asp il dott. Giuffrida e l’impegno dei dottori Salvatore Borruto e Antonio Ielo assieme a tutto il personale infermieristico, hanno mostrato particolare sensibilità alle nostre necessità.

"Una bella iniziativa - ha commentato don Gattuso - frutto di una forte sinergia con le istituzioni e le realtà associative del territorio come la Pro loco San Salvatore e la Ginestra. La comunità parrocchiale in ascolto dei bisogni del territorio e della sua gente con grande gioia ha messo a disposizione per le vaccinazioni luoghi non liturgici, sia per lanciare un messaggio di speranza che presto ne usciremo tutti da questa pandemia ma è importante seguire la scienza medica, e, al tempo stesso, come occasione di prossimità e di solidarietà verso le persone più fragili, secondo la tradizione della Chiesa, che al seguito di Gesù, medico dei corpi e delle anime, vuole essere una comunità che promuove la salute delle persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, successo per la due giorni vaccinale nella vallata del S.Agata

ReggioToday è in caricamento