Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Calabria in zona bianca con l'arrivo dell'estate: cosa cambia dal 21 giugno

Da lunedì 21 giugno la nostra regione potra finalmente godere di maggiore libertà. Oggi la nuova ordinanza del ministro della Salute Speranza. Cosa cambia col passaggio nella nuova fascia

Finalmente anche la Calabria da lunedì 21 giugno, con l'ingresso ufficiale dell'estate, entrerà in zona bianca. Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, ha firmato oggi una nuova ordinanza che entrerà in vigore a partire dal 21 giugno.

Da lunedì, infatti, tutta l'Italia sarà in zona bianca tranne la Valle d'Aosta che resta gialla. Anche Basilicata, Campania, Marche, Toscana, Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano, passeranno in area bianca. Dal 31 maggio era toccato a Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise, il 7 giugno è stata la volta di Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo, il 14 giugno poi sono "andate in bianco" Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento. 

Le regole da rispettare in zona bianca

C'è sempre l'obbligo della mascherina sia all'aperto sia al chiuso e il divieto di assembramento. All'aperto le mascherine hanno comunque i giorni contati. Il 21 giugno è il giorno in cui si eliminerà definitivamente il coprifuoco. Inizia l'estate, ma forse non finise l'emergenza. Lo Stato di emergenza dovrebbe essere prorogato per l'ennesima volta. Nemmeno per le vacanze in Sardegna serve più alcuna registrazione. 

Ristoranti e locali pubblici

Nei ristoranti nessun limite alle presenze al tavolo all'aperto, 6 commensali al tavolo se il locale è al chiuso. I locali pubblici potranno osservare orari liberi.  

Discoteche

Ripartenza anche per le discoteche, ma solamente per i servizi di bar e ristorante: non si può ancora ballare in pista. 

Spostamenti

Non ci sono, inoltre, limitazioni agli spostamenti e riaprono tutte le attività la cui apertura non era ancora prevista. In zona bianca si possono visitare amici e parenti senza limiti nel numero di persone che si spostano. Certo, si può usare l'automobile con persone non conviventi in zona bianca, basta che siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calabria in zona bianca con l'arrivo dell'estate: cosa cambia dal 21 giugno

ReggioToday è in caricamento