rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Solidarietà

Un "punto gomitoli" al mercato di Botteghelle per i bambini prematuri

Grazie a un commerciante che ha aderito alle iniziative della delegazione reggina di Cuore di Maglia, che crea indumenti in lana destinati ai piccoli in incubatrice

I bambini prematuri del Gom e le loro famiglie hanno da qualche tempo amorevoli angeli custodi, le volontarie dell'associazione onlus Cuore di Maglia, della quale a Reggio esiste una delegazione che opera nell'area dello Stretto, compresa la città di Messina. La responsabile Simona Argento (anche presidente dell'associazione Pandora, ideatrice del progetto Corredino Sospeso) nelle ultime settimane sta organizzando a Reggio e provincia l'iniziativa knit café, che riunisce chi lavora a maglia o vuole imparare per realizzare coperte, calzini, cappellini e vari indumenti in lana merinos, necessari a scaldare i neonati prematuri, per farne dono alla terapia intensiva e di neonatologia dell'ospedale. E adesso che Cuore di Maglia ha fatto conoscere questa realtà, si fanno avanti anche cittadini che vogliono dare un contributo anche al di fuori dell'attività con i ferri. Ad esempio, come fanno sapere con gioia sulla pagina Facebook della delegazione, Argento e la volontaria Eliana Porcino, il signor Gregorio, che ogni venerdì ha uno spazio nel mercato di Botteghelle, e oltre a donare personalmente della lana si è reso disponibile ad ospitare un "punto gomitolo". Chi vuole lasciarne uno in dono per Cuore di Maglia può farlo andando a trovare il commerciante (riconoscibile perché espone il logo dell'associazione) e consegnandolo a lui. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un "punto gomitoli" al mercato di Botteghelle per i bambini prematuri

ReggioToday è in caricamento