rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
La protesta

Degrado al rione Marconi, Crucitti protesta davanti Palazzo Campanella

Il cittadino dopo aver più volte denunciato la grave situazione adesso ha iniziato lo sciopero della fame

È stanco Pino Crucitti di vivere nel degrado e nell'abbandono al rione Marconi, popoloso quartiere nella zona sud di Reggio Calabria. Da tempo segnala i cumuli di rifiuti che sono lungo le strade del quartiere e adesso con il caldo estivo, arrivato a temperature elevate, la puzza della spazzatura è forte. 

Così ecco che Pino Crucitti ha deciso di protestare e dopo essersi presentato con un cartello appeso al collo, in cui vi è rappresentata la situazione di degrado del rione Marconi, in via Marina durante le prove delle Frecce Tricolori, questa mattina ha pensato bene di presentarsi davanti al Palazzo Campanella, dove è in corso la seduta del Consiglio regionale della Calabria, per far conoscere anche ai politici regionali la grave situazione. 

Pino Crucitti ha deciso, anche, di mettere in campo una protesta estrema: lo sciopero della fame. Sul cartello che tiene appeso al collo ha scritto: "La nostra estate reggina al rione Marconi tra colori di varie tonalità che nemmeno Giotto è riuscito a miscelare. Tra i riggitani e gli amministratori comunali, metropolitani e regionali, hanno fatto un capolavoro per tutta la città e le periferie siamo in emergenza sanitaria, ma non interessa a nessuno e i cittadini subiscono passivamente il degrado in cui sono costretti a vivere, se è vivere in queste condizioni nel rione Marconi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado al rione Marconi, Crucitti protesta davanti Palazzo Campanella

ReggioToday è in caricamento