Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Mancate cure durante detenzione, maxi richiesta risarcimento

Detenuto chiama in causa per tre milioni di euro l'Asp di Agrigento, il ministero della Giustizia, il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, il ministero della Salute, le Asp di Reggio Calabria e Vibo Valentia e la Regione Sicilia

Tre milioni di euro come risarcimento dei danni patiti dalle mancate cure. A chiedere giustizia è un detenuto che ha chiamato in causa l'Asp di Agrigento, il ministero della Giustizia, il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, il ministero della Salute, le Asp di Reggio Calabria e Vibo Valentia e la Regione Sicilia.

A dirimere la controversia sarà il tribunale di Reggio Calabria. Stando alla richiesta di risarcimento, le istituzioni chiamate in causa non avrebbero fornito “le dovute prestazioni e assistenza medica per come il suo stato di salute richiedeva durante il periodo di detenzione in diverse carceri a decorrere dall'ottobre del 2020, causa della paresi irreversibile del piede destro, della grave instabilità della colonna lombo sacrale e sofferenza midollare cervicale irreversibile”.

La prima udienza è stata fissata per il 18 ottobre.

L'azienda sanitaria provinciale di Agrigento non ha individuato elementi di responsabilità a suo carico e per tale motivo non ha aderito al procedimento di mediazione promosso davanti all'Ismed. C'è però, naturalmente, l'interesse dell'azienda sanitaria provinciale di Agrigento a costituirsi in giudizio per sostenere la correttezza dell'operato e ottenere il rigetto dell'istanza - pretese risarcitorie appunto - presentata dall'uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancate cure durante detenzione, maxi richiesta risarcimento

ReggioToday è in caricamento