rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
In azione la Dia

Sotto chiave i beni di quello che è considerato il "commercialista" della 'ndrangheta

La Direzione investigativa antimafia di Torino esegue un provvedimento di sequestro per 2 milioni e 500 mila euro

Sequestro preventivo di beni mobili e immobili per un valore di 2.500.000 di euro a quello che viene definito dalla Direzione investigativa antimafia, guidata da Maurizio Vallone, l'esperto contabile della ndrangheta. Una precedente operazione di polizia avrebbe accertato che l'uomo avrebbe rapporti con una nota famiglia "ndranghetista ramificata nella provincia di Torino e coinvolta in sequestri di persona a scopo di estorsione, possesso di armi illegali e traffico internazionale di stupefacenti". Il sequestro è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Torino. 

Si tratta di un commercialista che lavora a Torino già noto alle cronache giudiziare per avere stilato un vero e proprio "vademecum" contenente le modalità di realizzazione di frodi fiscali ai sistemi Iva nazionale e dell’Unione Europea. L'uomo in passato era già stato condannato per vari reati di natura fiscale e di bancarotta fraudolenta, e ultimamente era stato riconosciuto responsabile di altri delitti e reati venendo condannato in primo grado a 6 anni di reclusione e al pagamento di una multa di 8.000 euro. 

Al professionista sono stati sequestrati beni mobili e immobili per un valore di 2.500.000 di euro, ovvero l'intero patrimonio: compendi aziendali di 2 società operanti nel settore immobiliare ed agricolo, 1 studio professionale di commercialista, 1 cassetta di sicurezza, 17 tra rapporti di conto corrente e polizze assicurative, 64 unità immobiliari che si trovano tra il Piemonte e la Basilicata.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto chiave i beni di quello che è considerato il "commercialista" della 'ndrangheta

ReggioToday è in caricamento