Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

La Corte d'appello dispone una perizia psichiatrica per Ciro Russo

Dopo l'avvio del processo di secondo grado l'udienza è stata rinviata al 23 giugno

Maria Antonietta Rositani e Ciro Russo

La Corte d’Appello di Reggio Calabria ha disposto una perizia psichiatrica per Ciro Russo, l’uomo che nel marzo 2019 tentò di uccidere la ex moglie, Maria Antonietta Rositani, dandole fuoco.

L’udienza è stata rinviata al 23 giugno quando i giudici conferiranno l’incarico. Difeso dall’avvocato Antonino Catalano, l’imputato lo scorso luglio è stato condannato a 18 anni di carcere dal gup di Reggio Calabria.
Quando tentò di uccidere l’ex moglie, Russo era evaso dai domiciliari che stava scontando a casa dei genitori a Ercolano (Napoli) ed era arrivato a Reggio Calabria dove, in via Frangipane, ha prima speronato l’auto di Maria Antonietta e poi si è avvicinato allo sportello con una tanica di benzina che ha versato addosso alla donna.

Una vendetta, ha scritto il gup nelle motivazioni, «per la fine della loro relazione, per la detenzione successiva alla denuncia sporta, nonché per l’intento di proseguire nell’azione legale, finalizzata alla separazione e all’affido esclusivo del figlio minore».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte d'appello dispone una perizia psichiatrica per Ciro Russo

ReggioToday è in caricamento