rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Centro / Via delle Industrie

Revocato il sequestro del Sant'Agata, il centro sportivo torna alla Città metropolitana

I sigilli erano stati apposti dai finanzieri nel febbraio del 2016. Custode giudiziario del bene sarà l'ingegnere Pietro Foti

È stata accolta l’istanza che ha disposto la revoca del sequestro preventivo di diverse parti della struttura sportiva "Sant’Agata". Il 20 febbraio 2020 è stata notificata l’ordinanza di dissequestro e restituzione del bene alla Città metropolitana.

Da Palazzo Alvaro spiegano "che nell’ambito del procedimento datato 24 febbraio 2016 erano state poste sotto sequestro preventivo diverse parti del Centro sportivo. Erano state oggetto del provvedimento: due depositi, la sede sociale, una lavanderia, la biglietteria, magazzini, servizi igienici, una superficie di 619,28 mq posta sull’argine destro del torrente Sant’Agata ed un campo da calcio".

Nello stesso provvedimento, inoltre, è stato individuato il dirigente del Settore 14 – Concessioni Demaniali, ingegnere Pietro Foti, quale custode giudiziario del bene.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revocato il sequestro del Sant'Agata, il centro sportivo torna alla Città metropolitana

ReggioToday è in caricamento