Dossier immigrazione, anche a Reggio si abbassa il numero dei residenti stranieri

Al 31 dicembre 2019, la Calabria si piazza al 13° posto tra le regioni italiane per numero di residenti stranieri che diminuiscono di 2.571 unità rispetto all'inizio dell'anno

Migranti al lavoro nei campi della Piana

La Calabria, al 31 dicembre 2019, si colloca al 13esimo posto tra le regioni italiane per numero di residenti stranieri, perdendo una posizione rispetto all'anno precedente. 

In totale sono 108.898, i soggiornanti non appartenenti all'Unione Europea sono invece 50.647. Dopo un lungo periodo in cui la dinamica migratoria in regione ha avuto una tendenza positiva, infatti, gli stranieri residenti in Calabria diminuiscono di 2.571 unità rispetto all'inizio dell'anno. È quanto riporta il Rapporto immigrazione del Centro studi e ricerche Idos in partenariato con il Centro studi Confronti.

Le province di Crotone e Reggio Calabria fanno registrare le flessioni maggiori, pari rispettivamente a -1.934 e -490 unità, mentre quella di Cosenza è l'unica dove il numero dei residenti stranieri risulta in aumento (+237). Inoltre, se a livello nazionale l'incidenza della popolazione straniera sul totale dei residenti aumenta dello 0,1%, (nel 2019 è pari all'8,8%), in Calabria al contrario diminuisce dello 0,1%, passando da 5,8% nel 2018 a 5,7% nel 2019.

La graduatoria dei primi cinque paesi di cittadinanza per numero di residenti resta immutata rispetto all'anno precedente (Romania, Marocco, Bulgaria, Ucraina e India); nel 2019 tutte le collettività hanno subito dei decrementi, in particolar modo quella romena (-2,2%) e quella indiana (-3,9%).

Secondo il Rapporto immigrazione 2020 in Calabria sono 42mila i lavoratori stranieri sul totale degli occupati in regione. Gli impieghi riguardano: 18,6% in agricoltura, 6,7% industria, 5,8% servizi. I bambini nati ni Calabria da genitori stranieri sono 14.491 e rappresentano il 6.7%. La popolazione straniera è sostanzialmente giovane. Nel 2019 l'età media è pari a 35 anni (a fronte dei 45 anni della popolazione calabrese), tuttavia, rispetto al 2018, gli stranieri tra i 18 e i 44 anni sono diminuiti dell'8,2%. 

Gli stranieri residenti in Calabria sono soprattutto concentrati nelle province di Cosenza (37.314) e Reggio Calabria (32.990), seguite con valori nettamente inferiori da Catanzaro (19.164), Crotone (11.330) e Vibo Valentia (8.100).

Per quanto riguarda le presenze dei migranti nelle strutture di accoglienza, i dati del ministero dell'Interno indicano che al 31 dicembre 2019 le persone inserite nel circuito istituzionale della regione erano 4.055, il 20,8% in meno rispetto all'anno precedente. Nei primi sei mesi del 2020 sono ulteriormente diminuite, passando a 3.976 unità, pari ad una riduzione del 6,4%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

  • Uomo si barrica in casa, i Carabinieri lo stanano e lo portano in ospedale

  • Verso il 25 novembre, Maria Antonietta finalmente lascia il Gom e torna a casa

Torna su
ReggioToday è in caricamento