La droga in Sicilia arrivava via mare, due arresti sulle acque dello Stretto

Impegnati i Carabinieri della compagnia di Palmi e quelli del nucleo subacquei di Messina, sotto sequestro oltre sei chilogrammi di marijuana

La droga sequestrata dai Carabinieri

Operazione antidroga nelle acque dello Stretto. I carabinieri dopo aver intercettato un ingente carico di marijuana hanno arrestato due persone.

L’indagine della Compagnia di Palmi, coordinata dal comandante provinciale Marco Guerrini e diretta dalla Procura della Repubblica palmese, guidata dal procuratore Ottavio Sferlazza, che ha chiesto l’ausilio dei carabinieri del nucleo subacquei di Messina per poter intercettare e fermare presunti trafficanti.

L’operazione è stata condotta in acqua dal nucleo carabinieri subacquei di Messina e dalla motovedetta che sono riusciti a bloccare due uomini che stavano tentando di raggiungere le coste per smerciare sostanze stupefacenti. Circa sei chili di marijuana sono stati recuperati e posti sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Un malore stronca un anziano sul centralissimo Corso Garibaldi

  • Le menti del "Farmabusiness" avevano puntato anche la Città dello Stretto

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

Torna su
ReggioToday è in caricamento