Ecco chi è la Miss che ha fatto sognare la sua Reggio

Non ha vinto ma ha conquistato il cuore di tutti i reggini e non solo. Sarà lei a occuparsi, insieme allo staff digital di Miss Italia, della visibilità del canale Instagram dedicato al concorso. Myriam Melluso, in esclusiva a Reggio Today

Myriam Melluso

Dopo anni di oblio,  uno dei concorsi più amati e, allo stesso tempo più contestati, è tornato a far sognare gli italiani e anche la nostra città. Parliamo di Miss Italia. Nell’80esimo anniversario della storica manifestazione dedicato alla bellezza italiana, lo storico concorso ideato da Enzo Mirigliani nel 1946, ha letteralmente mobilitato un’intera città. Il motivo, presto detto. A partecipare al concorso, che ha fatto da trampolino di lancio per Gina Lollobrigida, Sophia Loren, Anna Valle e Francesca Chillemi, solo per citarne alcune, una reggina che ha reso onore alla sua città: Myriam Melluso. Il suo nome e il suo volto, ormai risultano familiari. La bellissima vent’enne reggina, non ha vinto ma, ha sicuramente lasciato il segno. Arrivata tra le prime dieci, ha vinto la fascia di Miss eleganza –fascia ideata proprio per la Loren- e Miss Social per aver narrato, meglio di tutte le altre candidate in gara, l'esperienza a Miss Italia sui social network, tra l’altro commuovendo  tutti con un post dedicato alla mamma. Durante la sua partecipazione, il suo account instagram ha raggiunto quasi seimila followers. Studia economia aziendale ma aveva espresso il desiderio di lavorare nel mondo dei nuovi media. Durante i prossimi mesi, sarà lei a occuparsi, insieme allo staff digital di Miss Italia, guidato da Enzo Rimedio, della visibilità del canale Instagram. Gestendo le stories e la tv ed entrando a far parte, a pieno titolo, del mondo da lei sognato. 
 
Hai sempre voluto partecipare a Miss Italia?

Era  un sogno sin da quando avevo due anni. Fu amore a prima vista fra me e Miss Italia. Ricordo ancora, il giorno in cui mio padre, si soffermò sulla trasmissione di Rai1. Rimasi incantata dalla magia, dagli abiti, dalla musica, e nel vedere scendere le ragazze dalla scalinata associai l’immagine di Miss Italia a Cenerentola. Infatti, la mia prima bambola fu Tania Miss Italia 2000.

Che esperienza è stata?

Miss Italia è una vera e propria accademia. Ci siamo rapportate a 360 ° con quello che è il mondo dello spettacolo e i suoi ritmi. Si è obbligati a  rispettare impegni e orari precisi. È quasi una selezione naturale, o riesci a mantenere certi ritmi o questa non è la strada che fa per te. Miss Italia è da considerarsi una scuola di vita, perché ti permette di toccare tematiche importanti come il rispetto per l’ambiente, la lotta ai pregiudizi, violenza sulle donne. Quest’anno, tema principe dell’80esima edizione, è stata la lotta al preconcetto che impone lo stereotipo che bello significa essere povero di contenuti. Un tema a me molto caro e che ho cercato di combattere anche attraverso il racconto sui miei canali social. 

Ti ha sorpreso il sostegno che la tua città ti ha dimostrato?

Sinceramente, non me lo aspettavo. Sono partita con un piccolo gruppo di sostenitori composto principalmente dalla mia famiglia e da quella del mio ragazzo. Tantissimi sono stati i messaggi di supporto di persone anche non di Reggio che mi hanno seguita e conosciuta per quella che sono e non solo per il mio aspetto esteriore e di questo sono molto contenta e orgogliosa del percorso fatto. Non tutti però hanno condiviso la mia scelta di partecipare al concorso e, in molti, mi hanno criticata ma, sono felice di aver fatto questa scelta e intrapreso questo percorso e di esserne uscita vincente. Essere li mi ha fatto capire che quando fai quello che ti piace davvero,  non si sente la fatica. Questo ti motiva e ti rende adrenalinica, e consapevole dei tuoi obiettivi. Mentre ero a Jesolo, mi sono convinta ancora di più di ciò che voglio, intraprendere una carriera nel mondo dei social media e nel mondo dello spettacolo. Mi sento a mio agio e mi piace farlo. Oltretutto, il fatto di essere stata l’unica Miss a vincere tre fasce importantissime come: Miss eleganza, Miss Social e Miss Linkem  ed anche una borsa di studio, mi rende orgogliosa.

Sei stata premiata per aver descritto nel migliore dei modi l’esperienza sui social. Quanto è importante saper comunicare con questo tipo di strumento?

Credo nel potere dei social  e nel loro uso responsabile. E credo, soprattutto, nel potere delle parole che fanno riflettere. Io volevo raccontare Miss Italia da un altro punto di vista,  il mio. Io ero, l’intervistato e l’intervistatore e mi sono messa in gioco mostrando i lati più nascosti di me stessa

Sei mai stata vittima di pregiudizi perché bella?

Molto spesso alla parola bella,  viene associata l’aggettivo di  frivola e priva di contenuti. Sono stata etichettata come uno stereotipo: carina e poco intelligente.  Ma esistono donne belle dentro e anche fuori e spero, di aver espresso l’idea che condivido a pieno: io credo nella bellezza che salverà il mondo non solo, quella estetica, ma quella interiore prima di tutto. 

Hai fatto una bellissima dedica alla tua mamma. Quanto è importante il sostegno della tua famiglia?

Ci sono giornate in cui ti senti stanca e demoralizzata, pensi che sei lontana da casa, dai tuoi  affetti e pensi anche che fai tutto questo per chi crede in te. Sentirli accanto ti da la carica necessaria per tirarti su e non sentirsi più soli. Sono loro che mi danno la forza  e per questo li ringrazio.

Progetti futuri? Sappiamo che ti occuperai, insieme allo staff digital di Miss Italia guidato da Enzo Rimedio, della visibilità del canale Instagram.

I programmi futuri, per il momento è tutto un work in progress. Sono tanti i progetti in arrivo che vedrete, ma per ora mi sto godendo un po’ di relax con la mia famiglia e mi dedico a qualche intervista o ospitata in tv locali e spero che la mia città mi continuerà a seguire e sostenere in quello che farò. Miss Italia mi ha dato l’opportunità di entrare a far parte di un mondo che desideravo e fare il lavoro che desidero con i social media è un occasione unica nella vita. 

La fascia di Miss eleganza è stata vinta da Sophia Loren e molti hanno notato che hai un viso da ‘cinema’. Hai mai pensato alla carriera da attrice?

Il mondo del cinema mi interessa tanto.  È una strada che intendo percorrere, ho intenzione di iniziare a studiare dizione,  ma so, che prima dovrò studiare e lavorare molto per poter raggiungere quest’obiettivo.
 

Come ti vedi tra 10 anni?

Mi vedo come una donna impegnata e che è riuscita a raggiungere i suoi obiettivi professionali. Mi vedo anche come una brava mamma e moglie e spero che tra 10 anni l’amore e l’affetto di chi ha creduto in me non svanisca, ma resti vivido in questo mio percorso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

  • Assistenti educativi in protesta, Nucera: "Il servizio partirà dopo la prima settimana di ottobre"

  • Prende forma la Polisportiva Giulio Campagna, società pronta a durare nel tempo

  • Brancaleone, incidente tra auto e pulmino: un morto e due feriti

  • Albero si spezza in via Sbarre Inferiori e finisce su due auto

  • Fiera di Penitmele, la municipale sequestra oltre 600 pezzi di merce contraffatta

Torna su
ReggioToday è in caricamento