menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'impianto di Sambatello

L'impianto di Sambatello

Ecoballe, il Comitato Pro-Sambatello: "Creato un nuovo problema ambientale"

Si torna a parlare dell'emergenza rifiuti in zona, denunciando che le ecoballe "a continuo contatto con temperature che superano quotidianamente i 40°, stanno rapidamente gonfiandosi." Il pericolo per la salute cresce

Il territorio di Sambatello continua a dover fronteggiare il problema ecoballe. La situazione resta complicata per un'emergenza rifiuti sempre più intensa. Sul tema è intervenuto il Comitato Pro-Sambatello, scrivendo in una nota che "a ben 12 giorni dall’inizio delle attività di confezionamento e stoccaggio delle c.d. ecoballe ad opera della società 'EcoPiana', all’interno dell’impianto Tmb di Sambatello risultano stoccate circa 500 tonnellate di rifiuti (ovvero 500 ecoballe), le quali occupano più della metà del sito di stoccaggio.

L’ordinanza n.62/2020 - spiega il comitato - emanata dal Comune di Reggio Calabria indicava in n.20 giorni il termine massimo entro il quale sarebbero state stoccate circa 3.000 tonnellate di rifiuti all’interno dell’impianto di Sambatello: questo termine, ovviamente, non potrà più essere rispettato, né sarà possibile stoccare circa 3.000 ecoballe nel sito in questione, dato che questo ha una capienza massima di 1.000 tonnellate.

Ecoballe Sambatello-2Ordinanza che, secondo il comitato Pro-Sambatello "non solo non ha risolto il problema dell’emergenza rifiuti a Reggio Calabria (che continua ad essere colma di tonnellate di rifiuti), bensì ha creato un nuovo problema ambientale nella zona in cui si trova l’impianto: infatti, da come si può ben vedere dalle immagini allegate (di spalla), le balle contenenti i rifiuti, a continuo contatto con temperature che superano quotidianamente i 40°, stanno rapidamente gonfiandosi.

Se continueranno ad essere lasciate esposte al sole - termina la nota - queste ecoballe irrimediabilmente esploderanno, facendo fuoriuscire tutti i rifiuti contenuti all’interno e sprigionando sostanze dannose per la salute e l’incolumità pubblica."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento