Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

"Antonio e Cleopatra...o quel che ricordo" conquista anche il pubblico reggino

Successo della prima calabrese dello spettacolo della compagnia "Scena Nuda", presentato ad Ecolandia nell'ambito del Globo Teatro Festival

Dopo il Festival di Spoleto, Antonio e Cleopatra...o quel che ricordo conquista il pubblico reggino: domenica scorsa, ad Ecolandia, nell'ambito della terza edizione del Globo Teatro Festival, lo spettacolo della Compagnia teatrale "Scena Nuda" ha, infatti, entusiasmato la platea, grazie agli interpreti, Teresa Timpano e Filippo Gessi, e alla regia di Andrea Collavino. A colpire gli spettatori, così come già era successo al Festival dei due mondi (dove la produzione ha debuttato con successo lo scorso giugno), il parallelismo tra il testo shakespeariano, la storia di Antonio e Cleopatra, e la vita di una coppia contemporanea: l'incontro, la famiglia, i progetti e le scelte, gli entusiasmi e i sogni, e due città, il sud e il nord, a confronto.

Il racconto di una coppia che diviene racconto universale, unendo in scena la storia dei protagonisti di oggi con quella di Antonio e Cleopatra, innestando elementi del testo classico nella vicenda contemporanea, quasi senza soluzione di continuità, ma con la naturalezza di una narrazione che mostra il legame tra passato e presente. L'universalità, appunto, dell'incontro tra mondi, città e paesi differenti, e dell'amore e delle sue dinamiche: una drammaturgia frutto di un intenso lavoro, che restituisce momenti di divertimento che svelano - come l'ironia dovrebbe sempre fare - riflessioni e verità di vita.

Teresa Timpano e Filippo Gessi costruiscono, dunque, un percorso che, attraverso il sorriso, attraverso le esperienze quotidiane, si lega a storie universali: un percorso profondo, quello dei due attori, sia nella costruzione del testo insieme al regista, sia nella intensa performance. Andrea Collavino coglie le sfumature di ogni aspetto del racconto, nella realizzazione di una messinscena che lega mondi differenti, grazie anche all'apporto dei costumi curati da Anusc Castiglioni (insieme a Micaela Sollecito), così come le scene, e delle luci di Omar Scala. Antonio e Cleopatra... o quel che ricordo, dopo la tappa ad Ecolandia, sarà in tournée nei prossimi mesi, toccando diverse città, da Milano a Palermo, a Catania, Castelvetrano (TP) e Lamezia Terme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Antonio e Cleopatra...o quel che ricordo" conquista anche il pubblico reggino

ReggioToday è in caricamento