rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
L'incontro

Ecologia Oggi incontra i sindacati: incombe la riorganizzazione aziendale ma c'è l'ombra dell'interdittiva

L'azienda di Eugenio Guarascio ha fatto ricorso al Tribunale del riesame rispetto al provvedimento subìto. Il Comune pronto a tutto per garantire il servizio di raccolta rifiuti

Sono arrivati tutti, sindacati e impresa, per l'incontro nella sede di Confindustria. I rappresentanti di Ecologia Oggi e i sindacati dei lavoratori si sono, infatti, nella sede reggina dell'associazione degli industriali per discutere dell'attività lavorativa.

Cgil, Cisl, Uil e Fiadel hanno avuto un lungo colloquio con i consulenti aziendali ed i legali di Ecologia Oggi, così come anche il Sul in un secondo momento, per avere  garanzie in merito al mantenimento dei livelli occupazionali e della puntualità nel pagamento degli stipendi oltre che alla gestione delle ferie. L'azienda, dal canto suo, ha preso nota delle richieste e si riserva di valutare. 

Su tutto incombe la riorganizzazione aziendale perché se è vero che Ecologia Oggi ha firmato un contratto provvisorio con il Comune di Reggio Calabria per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, sottoscritto anche dalle sigle sindacali, dopo il lungo contenzioso e il ricorso al Tar, aggiudicandosi l'assegnazione del bando, c'è ancora da capire come realizzerà il nuovo piano e come cambierà il servizio di porta a porta. Il bando di gara infatti prevede un servizio differenziato e dovrebbero arrivare anche i cassonetti condominiali oltre a quelli intelligenti. 

Ma di tutto questo, a quanto sembra, ancora non si è discusso e non c'è certezza tra gli operatori. Ad offuscare il quadro c'è l'interdittiva per l'azienda di Eugenio Gaurascio e il ricorso al Tribunale del riesame rispetto al provvedimento subìto. La sentenza dovrebbe arrivare entro pochi giorni e si capirà il futuro anche per il servizio a Reggio Calabria. 

Certo è che le vicissitudini giudiziarie di Ecologia Oggi e della famiglia Guarascio non lasciano tranquilli gli amministratori reggini. Palazzo San Giorgio, dal canto suo, è impegnato a garantire la regolare prosecuzione del servizio che non ha subito alcuna interruzione. L'amministrazione Falcomatà non tralascia nessuna ipotesi e ove si rendesse necessario si potrebbe arrivare anche alla revoca del contratto con Ecologia Oggi. 

Questo vorrebbe dire, però, che la gestione dei rifiuti urbani poiché è un servizio pubblico essenziale e non può essere interrotto, il Comune dovrebbe subito affidare temporaneamente il servizio per poi indire una nuova gara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecologia Oggi incontra i sindacati: incombe la riorganizzazione aziendale ma c'è l'ombra dell'interdittiva

ReggioToday è in caricamento