Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Pellaro

Edilizia scolastica, Maiolino: "A Pellaro attendono da mesi l'intervento promesso"

Interrogazione di Forza Italia. Il consigliere comunale: "L’Istituto comprensivo Cassiodoro – Don Bosco vive da mesi una condizione tanto rischiosa quanto incresciosa"

"Abbiamo presentato un’interrogazione scritta per chiedere delucidazioni in merito all’ennesimo caso di mancato intervento del Comune relativo all’edilizia scolastica". Lo scrive in una nota il consigliere comunale di Forza Italia Antonino Maiolino che aggiunge: "L’Istituto comprensivo Cassiodoro – Don Bosco di Pellaro vive da mesi una condizione tanto rischiosa quanto incresciosa.

Dal 25 marzo, infatti, la scuola è a “mezzo servizio” dal punto di vista strettamente logistico-organizzativo, a causa dell’inagibilità di tutto il piano superiore dell’edificio decretata dai Vigili del fuoco per evidenti infiltrazioni di acqua dal tetto ed una serie di altri interventi di ristrutturazione necessari, da effettuare al più presto al fine di rendere nuovamente fruibile tutta la struttura.

Al di là di tutte le conseguenze del caso, venendo a mancare di fatto la possibilità di utilizzo di molte aule, la più incombente ed ovvia conseguenza di ciò è la necessaria alternanza di classi, dividendosi in una rotazione mattina-pomeriggio che da due mesi a questa parte complica la vita a tutti: bambini, genitori, insegnanti e personale scolastico".

"Dopo i numerosi solleciti ed i continui rimandi da parte del Comune chiamato ad intervenire per competenza, - prosegue Maiolino - il 21 maggio è partita la prima richiesta formale di spiegazioni da parte del dirigente dell’Istituto che richiede l’immediato avvio dei lavori manutentivi facendo seguito alla comunicazione inviata dall’Ufficio manutentivo del Comune di Reggio Calabria – edilizia scolastica, a firma del dirigente preposto, che assicurava l’imminente consegna per i lavori di manutenzione straordinaria del plesso. Peccato che, ad oggi, nessun intervento è stato realizzato né programmato".

Per Maiolino "ai solleciti formali della scuola, presto si uniranno quelli dei genitori degli alunni, ormai stanchi e delusi dalle inutili promesse. A supporto dell’Istituto e delle parti tutte interessate, si unisce il nostro interessamento. Abbiamo infatti presentato un’interrogazione scritta, rivolta al sindaco, alla giunta, al Consiglio comunale, anche al direttore generale del Comune, chiedendo il perché non si è ancora intervenuti, quali interventi si intende eseguire e qual è il cronoprogramma dei lavori.

Dal Comune tempo fa avevano assicurato (a parole) che i lavori sarebbero iniziati a breve e che sono stati affidati alla Società Castore. Sbugiardare questa affermazione è facile: si ha contezza che Castore non sia in grado di poter intervenire così semplicemente perché non in possesso degli strumenti e dei mezzi adatti per poter intervenire in tale contesto.

Insomma, l’annosa vicenda legata all’edilizia scolastica reggina trova ogni giorno nuovi spunti. Ma a noi non interessano le polemiche o evidenziare le inefficienze in maniera sterile, ci facciamo portavoce di una difficoltà oggettiva che va necessariamente risolta al più presto.

L’anno scolastico attuale è ormai al termine, ma riteniamo fondamentale far partire i lavori al più presto per poter dare la certezza all’Istituto Cassiodoro – Don Bosco di poter iniziare il prossimo anno scolastico, a settembre, con la certezza di poter avere a disposizione tutta la struttura e non una parte. Va bene inaugurare in pompa magna il Waterfront, ma lavori semplicissimi come questo non possono non essere effettuati in tempi rapidi. In considerazione dei mesi finora inutilmente persi e degli aumentati disagi dell’utenza scolastica, chiedo un reale intervento immediato da parte del Comune, come ipotizzato tempo fa dall’Amministrazione stessa, senza ulteriori perdite di tempo nascondendosi dietro un dito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia scolastica, Maiolino: "A Pellaro attendono da mesi l'intervento promesso"

ReggioToday è in caricamento