Elezioni comunali, Davi: "A Reggio c'è stato il lockdown della democrazia"

Il massmediologo ed ex candidato sindaco ritorna sulla vicenda degli scrutini comunali: "Gli errori di calcolo e annullamenti di schede che abbiamo documentato parla da solo"

Klaus Davi

"Mi pare evidente che, alla luce della documentazione da noi prodotta, a Reggio, per ciò che riguarda le elezioni comunali, c'è stata una sorta di lockdown della democrazia".

Lo spiega in una nota l'ex candidato a sindaco Klaus Davi: "Lo stillicidio di approssimazioni, inesattezze, errori di calcolo e annullamenti di schede che abbiamo documentato parla da solo. In una terra in cui gli uomini dello Stato si appellano continuamente alla popolazione chiedendo di denunciare le cose che non vanno, noi crediamo di aver fatto esattamente quello.

Ma non lo abbiamo fatto in un'ottica di rivalsa o di rivendicazione, lo abbiamo fatto esclusivamente per mettere al corrente la popolazione di ciò che è successo in quei giorni. Ora che tutti sanno, nessuno potrà più dire "io non sapevo" oppure "non ci sono state denunce" oppure "non ci sono state segnalazioni"". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

  • Uomo si barrica in casa, i Carabinieri lo stanano e lo portano in ospedale

Torna su
ReggioToday è in caricamento