rotate-mobile
Cronaca

Emergenza coronavirus, la Santelli chiede l'invio dell'esercito in Calabria

Per la governatrice della Calabria sono ancora troppe le persone che trasgrediscono le restrizioni agli spostamenti imposti dal decreto del Governo: "rappresentano un serio pericolo di diffusione del virus"

La governatrice della Calabria, Jole Santelli, ha chiesto formalmente al Governo l'invio dell'esercito italiano per le strade della Calabria al fine di controllare e limitare gli spostamenti dei calabresi e, così facendo, bloccare l'espansione del coronavirus.

Troppe trasgressioni

Sono tante le famiglie, i giovani, gli anziani, i bambini calabresi - scrive la Santelli - che stanno rinunciando alla propria quotidianità, alla propria libertà per tutelarsi e tutelare chi gli sta intorno da questa emergenza sanitaria. Ma sono ancora troppi coloro che trasgrediscono alle prescrizioni e alle ordinanze imposte sia a livello nazionale che regionale, rappresentando un serio periodo per la diffusione del virus".

Maggior controllo e prevenzione

"Per questa ragione - conclude - oggi ho scritto al presidente del consiglio, Giuseppe Conte e al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini chiedendo di inviare sul territorio regionale unità delle Forze Armate a supporto delle Forze dell’Ordine che già, con grande sforzo organizzativo e di efficienza stanno garantendo il rispetto delle misure adottate su numerose aree del territorio. L’obiettivo è quello di garantire un maggiore controllo preventivo e una più intensa attività sanzionatoria, con particolare attenzione a quei comuni dove sono già in vigore particolari misure restrittive".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza coronavirus, la Santelli chiede l'invio dell'esercito in Calabria

ReggioToday è in caricamento