rotate-mobile
Palazzo Alvaro

Emergenza peste suina, confronto pubblico sulla gestione del cinghiale

All'incontro, organizzato dall’Atc Rc1 con il supporto scientifico di Dream Italia, Società italiana ecopatologia della fauna e dallo studio associato Alpvet con il patrocinio della Città metropolitana, hanno preso parte il sindaco metropolitano Falcomatà ed il consigliere delegato Fuda

A Palazzo Alvaro, nella sala Perri, si è svolto  il workshop Gestione integrata del cinghiale in emergenza peste suina africana. L'evento è stato organizzato dall’Atc Rc1 con il supporto scientifico di Dream Italia, Società italiana ecopatologia della fauna e dallo studio associato Alpvet con il patrocinio della Città metropolitana di Reggio Calabria.

Due giorni di eventi incentrati sul tema della gestione del cinghiale con particolare riferimento al contrasto alla peste suina africana. Oltre al commissario Atc Rc1, Massimo Canale, sono intervenuti relatori vari in rappresentanza di associazioni di categoria, dei relativi settori tecnico-scientifici e di quelli istituzionali. Nel corso dell’evento sono stati rendicontati i risultati di gestione del cinghiale con un focus sull'utilizzo dei sistemi di cattura in dotazione ai bio-regolatori nell'ambito delle misure di depopolamento del cinghiale stesso.

Sia il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà che il delegato metropolitano Salvatore Fuda sono intervenuti sulla tematica.

fuda e falcomatà

 “Una due giorni interessante, - ha detto Falcomatà - per aver offerto un punto di visto più ampio sulla problematica della peste suina africana coinvolgendo specialisti del settore per una riflessione più ampia sulla gestione nazionale del fenomeno ma anche per la valorizzazione della carne da selvaggina sia sull’aspetto sanitario che dello smaltimento delle carcasse".

"Interessanti - ha aggiunto il sindaco - gli spunti anche sui risvolti professionali rispetto a figure specialistiche come i bioregolatori. Credo che momenti come questi possano consentirci di dare risalto alla tematica per risolvere il problema relativo alla peste suina e tutti gli altri aspetti connessi; non solo sul nostro territorio metropolitano ma anche su quello nazionale".

Salvatore Fuda il quale, nel ringraziare il commissario Massimo Canale per il lavoro svolto, ha specificato: “Vorrei rimarcare l’importanza di un incontro tematico su un’emergenza del genere non solo per contrastare, in collaborazione ed in linea con gli indirizzi della Regione Calabria, il fenomeno della Peste suina africana ma anche per salvaguardare importanti segmenti della nostra economia territoriale.

Ricordiamo, infatti, che la problematica riguarda la catena degli allevamenti suini in genere e non solo i cinghiali; quindi tutta la filiera alimentare della trasformazione finalizzata ai prodotti derivati.

L’impegno dei cacciatori ha quindi una ricaduta importante su più fronti e, come città metropolitana, stiamo provando a dare ordine al settore augurandoci che arrivi presto il trasferimento delle funzioni da parte della Regione; perché non basta la sola delega per un auspicato pieno esercizio supportato anche da concreti trasferimenti di risorse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza peste suina, confronto pubblico sulla gestione del cinghiale

ReggioToday è in caricamento