menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti al cimitero di Modena

Rifiuti al cimitero di Modena

"Puliamo il cimitero di Modena", l'appello ai reggini de "La Calabria che vogliamo"

A lanciare l'invito alla cittadinanza è Giuseppe Nucera, fondatore del movimento che ribadisce: "La situazione non è più tollerabile". L'appuntamento è per domenica 14 febbraio alle ore 9

L'emergenza rifiuti a Reggio Calabria imperversa anche nel luogo in cui i nostri cari, che hanno lasciato questa vita, dovrebbero poter riposare in pace. I cimiteri, in questo caso quello di Modena, vivono in un perenne stato di indecenza a causa dei rifiuti non raccolti e che, con il passare del tempo, non fanno altro che accumularsi.

"La Calabria che vogliamo", il movimento creato dall'ex presidente di Confindustria Giuseppe Nucera, ha deciso di rimboccarsi le maniche e lanciare un appello alla città. L'appuntamento per i volontari del movimento e tutti i cittadini che vorranno aderire all'iniziativa è per domenica 14 febbraio alle ore 9.

L’evento che punta a ridare decoro al cimitero di Modena vuole rappresentare un momento di civiltà e concreta cooperazione tra cittadini. "Più volte abbiamo sollecitato l'amministrazione, ma le cose sono andate di male in peggio. La situazione non è più tollerabile. Già nel mese di novembre - sottolinea Nucera - il nostro movimento aveva richiesto l'intervento dell'amministrazione comunale a causa dell'immondizia non raccolta all'interno del cimitero ma non c’è mai stato alcun intervento".

Nucera si chiede "se il dindaco Falcomatà sa o meno in che stato si trova la città e come mai non recepisce nemmeno le segnalazioni dei cittadini. È mai possibile che i nostri cari debbano essere trattati in questo modo? Come cittadini dobbiamo assumere iniziative per rendere decoroso gli spazi dove riposano i nostri cari. C'è l'imbarazzo della scelta, perché tutta la città purtroppo è immersa nella sporcizia".

Lo stato di degrado prosegue anche nel piazzale antistante il cimitero del quartiere della zona sud di Reggio Calabria. Cumuli di rifiuti che non sono altro che la replica di centinaia di discariche abusive presenti su tutto il territorio comunale. "Cari reggini, - conclude Nucera - dobbiamo agire noi in prima persona, visto che il sindaco è occupato in altre vicende anziché curare gli interessi della città. Basta con la spazzatura a ridosso delle tombe dei nostri cari".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nasce la "Fede Reggina", gioiello ispirato al lungomare Falcomatà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento