rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Museo archeologico

MArRC, il primo giorno di Fabrizio Sudano da direttore: "Un onore lavorare qui"

L'archeologo ha preso oggi servizio nel museo nazionale di Reggio Calabria, accolto dal facente funzioni Demma e tutto il personale

Grande emozione e un'accoglienza calorosa hanno caratterizzato per Fabrizio Sudano il primo giorno come direttore del museo archeologico nazionale di Reggio Calabria. L'archeologo, già soprintendente Abap Reggio-Vibo, questa mattina ha preso servizio al MArRC, dove tutto il personale gli ha tributato "un cordiale benvenuto e un sincero augurio di buon lavoro". Ad accoglierlo c'era Filippo Demma, dirigente della direzione regionale musei, direttore del parco archeologico di Sibari e direttore ad interim del museo reggino dopo la fine del mandato di Carmelo Malacrino, nel periodo di vacanza del ruolo durante lo svolgimento delle selezioni per il nuovo direttore. Collega e amico di Sudano, Demma gli ha dedicato un post che li ritrae insieme nelle sale del MArRC, commentando simpaticamente "Vai Fabri', daje!"

Ex soprintendente, ha una lunga esperienza dirigenziale in Calabria

Siciliano, 49 anni appena compiuti, Sudano è archeologo professionista e assume la guida del MArRC per i prossimi quattro anni, con possibilità di rinnovo per un ulteriore quadriennio. Lascia l'incarico di direzione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia assegnato nel 2021.
    Tra i suoi incarichi dirigenziali più recenti in Calabria, oltre la Soprintendenza, si annoverano la direzione della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la provincia di Cosenza (2020-2022), la direzione ad interim della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Catanzaro e Crotone (2021) e la direzione ad interim del segretariato regionale del ministero della cultura per la Calabria (2022-2023).

Sudano e Demma (foto Fb)
    Funzionario archeologo al ministero della cultura dal 2012, tra il 2014 e il 2016 è stato responsabile di diversi musei calabresi, tra cui il museo e parco archeologico dell'Antica Medma di Rosarno, il parco archeologico dei Tauriani di Palmi, il museo archeologico nazionale di Vibo Valentia, il museo e parco archeologico dell'Antica Kaulonia, il museo archeologico Metauros di Gioia Tauro e il museo archeologico lametino di Lamezia.

Sudano ha affidato a una nota le sue prime parole da direttore: "Ringrazio innanzitutto il direttore generale musei, Massimo Osanna per la fiducia. E un saluto di gratitudine a Filippo Demma, che ha guidato il museo in questo periodo di transizione. È un onore lavorare per il MArRC, e sono entusiasta di affrontare questa sfida insieme a tutto il personale del museo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MArRC, il primo giorno di Fabrizio Sudano da direttore: "Un onore lavorare qui"

ReggioToday è in caricamento