Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

Non è ancora chiara l'esplosione di ira di un gruppo di clienti presenti all'interno di una pizzeria del centro. Da una prima ricostruzione, un cane avrebbe disturbato alcuni bambini seduti a un tavolo

Metti una sera a cena con la tua famiglia e i tuoi amici. Aggiungi la voglia smodata di trascorrere l'ultimo giorno delle festività, in onore della Madonna della Consolazione, in competo relax e serenità.

Mentre sei seduto al tuo tavolo che attendi la cena, all'improvviso, forse per una parola di troppo o per un'insofferenza ingiustificata, scatta il pandemonio e il panico prende forma.

Ieri sera, gli agenti delle volanti sono intervenuti sul Lungomare per sedare una rissa all'interno di una nota pizzeria, nei pressi della ruota panoramica. Non è ancora chiara la scintilla che ha fatto scaldare gli animi tra i tanti clienti in attesa di vedere lo spettacolo dei fuochi d'artificio sul mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La colpa della furibonda rissa sembrerebbe essere un cane che disturbava alcuni bambini seduti a un tavolo. Tante le persone accompagnate in questura per i dovuti accertamenti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

Torna su
ReggioToday è in caricamento