rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
La kermesse teatrale / Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

Presentato a Palazzo San Giorgio il Festival delle Arti della Magna Grecia

L'evento, promosso da Calabria dietro le quinte, andrà in scena dal 27 febbraio al 28 maggio, sul palco del Cilea e del Teatro Metropolitano. Versace e Calabrò: "Grande lavoro degli operatori culturali della città"

Il sindaco metropolitano facente funzioni, Carmelo Versace, e l’assessora comunale alla cultura, Irene Calabrò, hanno preso parte, stamane nei saloni di palazzo San Giorgio, alla conferenza stampa di presentazione del Festival delle Arti della Magna Grecia, organizzato da Calabria dietro le quinte e che si svolgerà, dal 27 febbraio al 28 maggio, fra il teatro Francesco Cilea ed il Teatro Metropolitano.

"Un momento importante - lo ha definito il sindaco facente funzioni Versace parlando di "ripresa della attività culturali dopo due anni di costrizioni e rinunce dovute alla pandemia. Dovevamo necessariamente ripartire – ha detto – e non potevamo che farlo attraverso le eccellenze del nostro territorio". 

La Città metropolitana ed il Comune, infatti, sono attori principali nell’iniziativa promossa dal presidente dell’associazione Calabria dietro le quinte, Giuseppe Mazzacuva, e dal direttore artistico del festival, Gigi Miseferi.
"Le istituzioni – ha aggiunto Versace - si stringono attorno agli artisti che, purtroppo, hanno subito effetti pesantissimi dalle misure di contenimento del Covid. Oggi siamo lieti di prendere parte alla presentazione di un cartellone che si innesta alla perfezione nell’anno in cui celebriamo il 50esimo anniversario della scoperta dei Bronzi di Riace. Come Città metropolitana - ha proseguito il rappresentante di palazzo Alvaro - abbiamo voluto sostenere, con forza, un’idea che segna un momento di rilancio per l’intero territorio.

E’ un metodo che contraddistingue la nostra azione e che, in queste ore, ha preso forma e sostanza anche con l’avviso pubblicato dall’Ente e rivolto a Comuni e promoter per allestire una stagione di eventi di altissimo livello, nato per dare sollievo alle esigenze di tutti gli artisti reggini e che guarda oltre i confini cittadini e regionali così da promuovere l’immagine e la crescita dei nostri territori. Un bando che, a tale scopo, è nato con largo anticipo rispetto all’inizio della bella stagione proprio per permettere, a coloro che vorranno venire a visitare i nostri luoghi, di avere piena contezza delle possibilità, delle opportunità e dell’offerta che arriva dalle nostre bellezze".

Il programma completo della kermesse

L’assessora Irene Calabrò, nel ringraziare il direttore artistico Gigi Miseferi e Giuseppe Mazzacuva di Calabria dietro le quinte, ha voluto sottolineare "il grande lavoro degli operatori culturali della città, dell’area metropolitana e degli esponenti delle arti dell’intera regione riuniti in un progetto che definisce al meglio quel concetto di cultura fondamentale per uscire da una fase storica critica e colma di difficoltà".

"Questo evento - ha spiegato - è prezioso perché segna il riavvio dell’attività produttiva culturale e si focalizza sulle radici magnogreche della nostra bellissima Reggio. Un preludio - secondo la delegata di giunta - alle iniziative programmate per il 50esimo dei Bronzi di Riace che punta a valorizzare non solo il Teatro Cilea, ma ogni luogo culturale cittadino".

"Il Festival delle Arti della Magna Grecia - ha proseguito l’assessora Calabrò - assume, poi, una valenza molto significativa considerata la connotazione data allo scopo didattico della cultura con il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole, dei loro insegnanti e delle loro famiglie. Soprattutto, eleva il carattere imprenditoriale e culturale di chi opera in questo settore".

"Da evidenziare - ha concluso - è la condivisione delle realtà culturali che operano in città perché si è ottimizzata al meglio l’importanza di condividere, ognuno per le proprie specificità, problemi e successi in un ambito strategico e delicato. Si tratta, quindi, di una sintesi perfetta delle forze positive del comprensorio metropolitano, importantissimo per la ripartenza della macchina culturale nella nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato a Palazzo San Giorgio il Festival delle Arti della Magna Grecia

ReggioToday è in caricamento