rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Prestigioso riconoscimento

Al Festival delle Regioni d'Italia vince la compagnia reggina CarMa

Lo spettacolo teatrale "1861-la brutale verità" di Michele Carilli conquista la XXXIII edizione della Festa del Teatro Italiano ospitata a Spoleto a margine delle manifestazioni del Festival dei due Mondi

Si è svolto a Spoleto l’evento finale di chiusura delle numerose manifestazioni nazionali organizzate dalla Federazione italiana teatro amatori, nell’ambito della XXXIII edizione della Festa del Teatro Italiano inserita dal Comune di Spoleto a margine delle manifestazioni del Festival dei due Mondi.

Sabato 30 luglio, al prestigioso teatro Caio Melisso della cittadina umbra, ha avuto luogo la serata finale del “Festival delle Regioni d’Italia”, ospitato dalla regione umbra, che ha visto l’assegnazione del prestigioso premio ad una delle quattro compagnie finaliste provenienti dalle regioni Abruzzo, Calabria, Puglia e Veneto.

Ad aggiudicarsi l’importante riconoscimento è stata la Compagnia CarMa di Reggio Calabria, con lo spettacolo teatrale “1861-la brutale verità” di Michele Carilli. Uno spettacolo che ha affascinato il pubblico dell’antichissimo Chiostro di San Nicolò di Spoleto per la sua forma che, in un sapiente equilibrio di musica e recitazione, lo ha coinvolto in un intenso crescendo emotivo.

Gli spettatori, nella serata del 26 luglio sono entrati in contatto con quella verità storica sul Sud Italia e sul processo
unitario del nostro Paese, che la storia ufficiale ha taciuto per troppo tempo, provando la profonda amarezza di scoprire che gli squilibri socio-economici attuali che affliggono le regioni dell’Italia meridionale sono stati causati dalla maniera in cui fu condotta la fase postunitaria.

E’ un lavoro di forte valenza sociale che, nel far riemergere dall’oblio voluto la “brutale verità”, restituisce dignità anche all’insurrezione condotta allora dalle masse popolari per difendersi dall’occupazione dei piemontesi, risvegliando il senso di appartenenza alle proprie radici e il sentimento di identità del popolo meridionale, questo il suo messaggio più autentico.

Lo spettacolo non è nuovo a questi riconoscimenti, ha già partecipato con grande successo di pubblico e di critica a diversi concorsi e festival nazionali. La regia, che ha la forma del teatro canzone è di Michele Carilli e Lorenzo Praticò. Sulla scena, il narratore Gabriele Profazio è accompagnato dai musicisti Mario Lo Cascio e Salvatore Gullace, mentre la cantante Marinella Rodà interpreta anche la figura della Brigantessa.

Un importantissimo riconoscimento quello conferito alla compagnia CarMa da una giuria di prestigio, i cui membri sono normalmente impiegati nel giudicare le opere del Festival dei due Mondi di Spoleto. Un premio, pertanto, non tributato alla sola compagnia reggina ma a tutto il teatro calabrese e che dev’essere motivo di vanto per l’intero panorama culturale della nostra regione.    

Carma compagnia-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Festival delle Regioni d'Italia vince la compagnia reggina CarMa

ReggioToday è in caricamento