rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Controllo del territorio

Stavano rubando il rame dal cantiere del nuovo tribunale, tre arresti e una denuncia

Gli agenti delle volanti hanno notato un varco nella recinzione del cantiere e sono intervenuti, in manette due giovani rumeni, denunciato un terzo complice

furto rame  tribunale 1-2Erano intenti bar asportare del rame dal cantiere del nuovo palazzo di giustizia ma sono stati sorpresi dalla polizia e arrestati. Questi i fatti. Ieri le volanti impegnate nell’attività di controllo del territorio nella zona del Ce.Dir., hanno arrestato due cittadini rumeni, M. N. V. Di 25 anni e B. E. D. di 32 anni, entrambi residenti in questo centro, nella flagranza del reato di tentato furto aggravato di cavi in rame (nella foto il rame recuperato dalla polizia).

Il personale della polizia, nel transitare davanti al costruendo palazzo di giustizia, ha notato un varco nella recinzione metallica che ne delimita l’area dei lavori ed ha effettuato un controllo all’interno ove hanno individuato e fermato due cittadini rumeni intenti a sottrarre alcuni cavi elettrici. 

Il seguito dell’attività di ispezione e controllo di quell’area ha consentito al personale delle volanti di individuare 360 chilogrammi di cavi, ben accatastati, pronti per essere trasportati e da cui recuperare il rame da destinare al mercato clandestino. 

Durante le operazioni svolte è stato individuato e fermato un terzo complice, R. M. di 44 anni, anch’esso di nazionalità rumena e residente in Reggio Calabria, il quale è stato denunciato per lo stesso reato. L’auto dei malviventi, una Opel Astra, infine, è stata posta sotto sequestro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stavano rubando il rame dal cantiere del nuovo tribunale, tre arresti e una denuncia

ReggioToday è in caricamento