rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
L'infrastruttura / Santo Stefano in Aspromonte

Gambarie, i lavori per la nuova seggiovia possono partire

Dalla Regione arriva il finanziamento di 685 mila euro che servirà per avviare il cantiere del primo lotto. L'impianto venne seriamente danneggiato da un incendio nel 2020

I lavori per il potenziamento della seggiovia “Puntone Scirocco” di Gambarie possono iniziare. La Regione Calabria, con decreto del dirigente del dipartimento Infrastrutture e lavori pubblici datata 13 luglio 2023, ha impegnato la somma di 685 mila euro utile all'avvio del primo lotto funzionale.

A questi fondi si aggiungeranno 285 mila euro, per un totale di 900 mila euro, che saranno messi a disposizione dall'amministrazione comunale di Santo Stefano d'Aspromonte, guidata dal sindaco Francesco Malara.

Contestualmente il Comune di Santo Stefano d'Aspromonte e la Regione Calabria, la cui giunta è presieduta da Roberto Occhiuto, hanno sottoscritto una convenzione che fissa al 31 ottobre del 2024 la realizzazione dell'intervento infrastrutturale relativo al primo lotto.

Per il completamento della seggiovia "Puntone Scirocco", poi, è previsto un secondo lotto funzionale che ha il costo di 3 milioni e 100 mila, di cui 2.815.432,40 finanziati con risorse pubbliche.

Al Comune di Santo Stefano d'Aspromonte, ancora, spetterà il ruolo di soggetto beneficiario, attuatore, responsabile di tutte le fasi di progettazione e di esecuzione per i lavori eseguiti direttamente. L'amministrazione comunale, poi, sarà esclusiva responsabile della piena conformità dell'intervento realizzato alle norme nazionali e regionali vigenti.

La pratica di finanziamento era stata avviata all'indomani dell'incendio che aveva praticamente distrutto, nel'aprile del 2020, la stazione di arrivo della seggiovia Piazza Mangeruca - Monte Scirocco. In seguito a quell'evento erano diventati di fatto inaccessibili i retrostanti impianti sciistici e le diverse infrastrutture per lo sport ed il tempo libero presenti nel comprensorio.

Per questo il Comune di Santo Stefano d'Aspromonte aveva proposto un intervento che ha ad oggetto la realizzazione di un nuovo impianto in sostituzione di quello esistente, risalente al 1996, danneggiato ed oramai obsoleto anche rispetto ai nuovi parametri normativi in termini di sicurezza, comunque necessitante dunque di importanti interventi di adeguamento e di manutenzione ordinaria.

Per l'amministrazione comunale, come si evince infine dal decreto del dirigente, l'intervento era da realizzarsi attraverso risorse regionali per un costo pari ad euro 3.500.000,00 ed un tempo complessivo di realizzazione di ventisette mesi compreso il collaudo delle opere, evidenziando come il "comprensorio sciistico di Gambarie ha valenza strategica per l’intero territorio regionale, con importanti ricadute sull’ incremento occupazionale e sullo sviluppo turistico del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gambarie, i lavori per la nuova seggiovia possono partire

ReggioToday è in caricamento