rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca Santo Stefano in Aspromonte

Gambarie, presentato il Marchio d'area d'identità territoriale

La prossima convention per definire progetti e strategie di sviluppo del comprensorio si svolgerà sempre all’Hotel Centrale, sabato 20 agosto alle ore 11

Grande successo per la prima conferenza di presentazione del Marchio d’area di identità territoriale “Comprensorio di Gambarie”, ospitata domenica scorsa nella sala dell’Hotel Centrale di Gambarie in Santo Stefano in Aspromonte.

La relazione introduttiva, dopo la presentazione del moderatore Marco Mauro, responsabile tecnico e presentatore ufficiale dell’Accademia delle Imprese Europea, è stata affidata a Francesco Malara, sindaco di Santo Stefano in Aspromonte che, dopo i saluti di rito, è entrato subito nel cuore della presentazione del Marchio, sottolineando l’importanza dell’unione di intenti e finalità di tutte le zone dell’area aspromontana che racchiudono grandissime potenzialità per lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio ambientale, produttivo, storico e culturale.

A seguire, il direttore regionale Calabria dell’Accademia delle Imprese Europea, Caterina Rosaci, che dopo aver ringraziato l’amministrazione comunale per aver accolto la proposta dell’Accademia in merito alla realizzazione del Marchio, e dopo aver portato i saluti del presidente Giuseppe Ariobazzani, costretto ad assentarsi, ha sottolineato che molti degli argomenti toccati dal sindaco, sono gli stessi valori dell’Accademia, evidenziando che il Marchio territoriale è un importante strumento di gestione per la sua valenza di coordinamento, tenendo conto delle ricchezze del territorio, la sua vocazione naturale, la sua storia e le sue tradizioni.

In apertura degli interventi, il prof. Paolo Genoese ha illustrato i due Marchi d’area del comprensorio di Gambarie, spiegandone l’ispirazione, l’idea ed il significato. Da questi sono stati realizzati anche dei gadget distribuiti gratuitamente ai presenti.

Il direttore del Gal Batir, Fortunato Cozzupoli, ha poi rappresentato, con soddisfazione, le varie iniziative orientate alle startup e ai progetti che sarà possibile attivare attraverso finanziamenti dedicati alla valorizzazione del territorio. Nel corso dell'incontro sono stati presentati due prodotti che avranno il riconoscimento di Denominazione comunale di origine, l’origano di Gambarie e la birra artigianale Gambarie.

La parola è passata a Pierpaolo Zavettieri, sindaco di Roghudi e presidente dell’Associazione sindaci dell’Area Grecanica, che ha condiviso l’iniziativa del Marchio, dando ampia collaborazione a qualsiasi iniziativa finalizzata alla valorizzazione di tutte le aree che incidono sulle dinamiche aspromontane. Conclude ritenendosi disponibile per ulteriori incontri e confronti atti a proseguire in progetti ed iniziative utili ad una crescita comune. Costruttivo ed interessante l’intervento del professore Domenico Marino, docente di politica economica dell’Università Mediterranea, che tra le altre, ha rimarcato l’idea di realizzare degli Nft, la nuova frontiera delle rappresentazioni artistiche digitali non riproducibili, con oggetto le bellezze del compensorio, come ad esempio la Fontana della Piazza Centrale.

L’argomento più delicato è stato affrontato da Vincenzo Rogolino, segretario generale Calabria Fast Confsal, che, dopo aver dato alcune informazioni sul Pnrr nell’ambito dei trasporti, ha ribadito l’importanza di puntare tutto sulla mobilità, che sta alla base dello sviluppo territoriale, invitando i presenti ad unirsi alle iniziative dell’Accademia delle Imprese Europea, aprendo un tavolo di confronto per convogliare tutti gli sforzi, sia pubblici che privati, nell’ottica di sensibilizzare gli organismi locali e nazionali sulla priorità dei sistemi di comunicazione viaria, principalmente per quello che riguarda le infrastrutture stradali che collegano le varie realtà territoriali.

La testimonianza di quanto fatto nel corso degli anni dall’Accademia delle Imprese è stato il cuore dell’intervento di Giuseppe Gioffrè, referente territoriale dell’Area Grecanica AdIE, che ha rimarcato, anche da produttore, quanto i prodotti identitari siano da considerare preziosi ambasciatori delle nostre tradizioni. In chiusura, con la mediazione del sindaco Malara, diversi interventi da parte dei presenti, hanno stimolato il confronto, dando grandi spunti operativi per la convention che avrà luogo, sempre all’Hotel Centrale, il 20 agosto alle ore 11, per definire progetti e strategie di sviluppo del comprensorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gambarie, presentato il Marchio d'area d'identità territoriale

ReggioToday è in caricamento