rotate-mobile
La decisione / Gioia Tauro

Condannato a 30 anni e 6 mesi per vari reati: 79enne in manette

L'uomo, fermato dai carabinieri dovrà scontare un residuo di pena di 19 anni e 4 mesi di reclusione per reati commessi dal 1992 al 2017

A Gioia Tauro, i carabinieri hanno dato esecuzione a un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi, nei confronti di un 79enne del posto, già noto alle forze dell’ordine per diversi pregiudizi di polizia.

In particolare, spiegano dal comando provinciale dell'Arma, "l’arrestato dovrà scontare un residuo di pena di 19 anni e 4 mesi di reclusione per cumulo pene concorrenti in relazione a plurimi reati contestati commessi, dal 1992 al 2017 in vari luoghi del territorio nazionale: furto, rapina, possesso di arnesi atti allo scasso, detenzione e spendita di monete false, ricettazione, guida in stato di ebbrezza, violazione delle leggi doganali, associazione per delinquere, armi, evasione".

Rispetto all’originaria condanna di 30 anni e 6 mesi l’uomo aveva già trascorso un periodo in regime di detenzione domiciliare, presso la propria abitazione a causa delle precarie condizioni di salute, al termine del quale è giunta adesso la disposizione dell’autorità giudiziaria di detenzione in carcere. L’arrestato, è stato accompagnato dai militari dell’Arma presso la casa circondariale di Palmi, ove dovrà rimanere fino al termine pena, previsto nel 2042.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato a 30 anni e 6 mesi per vari reati: 79enne in manette

ReggioToday è in caricamento