menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partita a calcetto in un campo sportivo per la fine dell'anno: sanzionati 48 immigrati

La partita, organizzata tra migranti domiciliati per la gran parte a San Ferdinando e Rosarno, è stata interrotta dal "triplice fischio finale" delle forze dell'ordine. Sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia e guardia di finanza

Avevano organizzato un vero e proprio “match” calcistico, con tanto di pubblico. Il tutto, promosso senza alcun riguardo per il rispetto delle norme anti Covid e senza considerare la "zona rossa", prevista per il 31 dicembre. Ma a dare il "triplice fischio finale" alla partita di calcetto tra immigrati centrafricani, ci hanno pensato carabinieri, poliziotti e finanzieri di Gioia Tauro.

I fatti

"Tenuto conto della presenza di numerose persone, - spiegano dal comando provinciale dell'Arma - cinque macchine dei carabinieri, tre della polizia e una della fiamme gialle, sono intervenute in forze presso il campetto sportivo, di proprietà comunale ma nei fatti in stato di semi abbandono, dove hanno identificato 48 centrafricani, suddivisi tra squadre in campo e pubblico".

La partita, organizzata tra migranti domiciliati per la gran parte a San Ferdinando e Rosarno, è stata ovviamente interrotta, mentre tutti sono stati identificati e sanzionati da carabinieri e poliziotti secondo la normativa in vigore. "Gli stranieri si sono dimostrati collaborativi durante i controlli - continuano ancora dal comando - e si sono giustificati dicendo di non sapere che l’attività non fosse consentita". Dopo le invevitabili sanzioni, tutti a casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento