rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Uiltucs lancia lo sportello anti violenza e discriminazione sui posti di lavoro

Lo strumento, utile in caso di stalking, bossing, mobbing, straining, bornout, molestie, cyberbullismo ed altri abusi, gratuito e tutelante l’anonimato della richiesta d’aiuto, è raggiungibile fisicamente presso la sede del sindacato di via Barlaam 3

La Uiltucs Reggio ha celebrato la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne in modo tanto simbolico quanto concreto. Infatti, la Uil turismo, commercio e servizi ha omaggiato le lavoratrici dei negozi “Prenatal”, “Toys Center” e “Bimbo Store” di una rosa rossa, anche grazie alla disponibilità e alla sensibilità al tema della società “Care srl” (“Prenatal Retail Group spa) e del suo amministratore delegato Domenico Moretto.

E, soprattutto, attraverso la distribuzione di volantini, ha lanciato il proprio sportello contro le violenze e le discriminazioni delle donne sui posti di lavoro, da subito pronto al sostegno psicologico, socio-assistenziale e legale. Il tutto alla presenza dell’assessore comunale Giuggi Palmenta.

Questo strumento, utile in caso di stalking, bossing, mobbing, straining, bornout, molestie, cyberbullismo ed altri abusi, gratuito e tutelante l’anonimato della richiesta d’aiuto, è raggiungibile fisicamente presso la sede Uiltucs di via Barlaam 3 a Reggio, chiamando il numero 3298879052 o contattando la pagina Facebook del medesimo sindacato.

"Oggi è una giornata simbolica. Grazie al amministratore delegato della ‘Care srl’ Domenico Moretto, anche oggi siamo stati fra e con le nostre lavoratrici, confermando e rilanciando il nostro impegno nel contrasto alla violenza e alle molestie nei luoghi di lavoro, genere di abuso meno visibile, ma grave e diffuso" ha affermato la segretaria provinciale Uiltucs Sabrina De Stefano.

"Non basta più indignarsi o chiedere anche pene più. È stato fatto molto dal mondo sindacale in termini di contratti ed accordi, di sensibilizzazione e prevenzione e di sostegno alle realtà antiviolenza. Ma nel nostro piccolo, abbiamo voluto non fermarci al solo segno e abbiamo voluto fare qualcosa in più – prosegue la De Stefano – dunque, abbiamo istituto questo sportello che lanciamo oggi.

Ad esso potranno rivolgersi tutte le donne che vedono minato non solo il proprio benessere psicofisico, ma anche e, soprattutto, la propria dignità. Chi avrà bisogno, a seconda dai casi specifici, allo sportello troverà una psicologa, un legale e persone che daranno calore umano nell’ascoltare stati d’animo e sostegno materiale al di là della difesa dei propri diritti".

"Inoltre, stiamo per ufficializzare un Coordinamento pari opportunità e politiche di genere Uiltucs Reggio, che vuole essere un osservatorio sulle relative dinamiche dentro e fuori i luoghi di lavoro. Un organismo che diffonda la conoscenza di strumenti come il “reddito di libertà” per favorire autonomia ed emancipazione di donne vittime di violenza o particolare povertà o normative come la recente “parità salariale” uomo-donna, che stia vicino in momenti di particolari come la gravidanza, che continui a sollecitare aziende ed istituzioni affinchè creino meccanismi che permettano la conciliazione dell’impegno occupazionale con quello personale e familiare – ha continuato la sindacalista – vogliamo far capire sempre più alle lavoratrici che non sono sole, specialmente nelle categorie che seguiamo, nelle quali c’è molta vulnerabilità.  

E vogliamo promuovere la cultura del rispetto dell’altro per una sana convivenza civile nei luoghi di lavoro, attraverso maggiore concertazione tra lavoratori e fra loro e i datori. Anche oggi ricordiamo alle donne che non sono sole e che la Uiltucs è con loro", ha terminato la De Stefano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uiltucs lancia lo sportello anti violenza e discriminazione sui posti di lavoro

ReggioToday è in caricamento