rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Il valore della vita, celebrata la II Giornata in memoria delle vittime della strada

L'iniziativa promossa dal prefetto Massimo Mariani e ospitata al liceo Tommaso Gulli. All'incontro ha parlato agli studenti Maria Grazia Milli, dirigente della Stradale

La II Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada è stata celebrata questa mattina con un convegno, ospitato al liceo delle Scienze Umane Tommaso Gulli, nell’intento di ricordare le vittime e promuovere condotte idonee a prevenire il verificarsi di incidenti stradali.

L’incontro è stato promosso dal prefetto Massimo Mariani che, dopo i saluti del dirigente scolastico del liceo, professore Francesco Praticò, ha aperto i lavori richiamando l’importanza del rispetto delle regole che, in materia stradale, consente di non rischiare la vita propria e di altri. 

“E’ importante - ha sottolineato Mariani - lavorare sulla propria coscienza, senza farsi condizionare dal comportamento superficiale di tanti. La capacità di operare scelte corrette consente di tutelarsi da conseguenze che possono cambiare anche radicalmente la nostra esistenza". La disattenzione, il mancato utilizzo del casco e delle cinture, sia anteriori che posteriori, l’uso improprio del cellulare, la guida in stato di ebbrezza e l’uso di farmaci e sostanze stupefacenti, sono fra le principali cause del verificarsi di incidenti con gravi conseguenze non solo su singoli e famiglie, ma sulla comunità tutta.

Il report dell'Aci e gli incidenti nel 2018

Sui dati ufficiali delle vittime di incidenti stradali ha relazionato Maria Grazia Milli, dirigente del compartimento della polizia Stradale di Reggio Calabria, dopo aver richiamato che ha accompagnato il proprio intervento con la proiezione di significative immagini e interviste a giovani vittime di incidenti, per illustrare i rischi dovuti al mancato rispetto delle norme del codice della strada e per rendere omaggio al coraggio ed all’abnegazione degli operatori che quotidianamente se ne occupano, al fine di proteggere la vita di tutti.

Il dibattito che è scaturito con gli studenti ha avuto lo scopo principale di sensibilizzare i giovani sul valore della vita e sull’importanza di diffondere una cultura responsabile, basata sul rispetto delle regole e sull’importanza della prevenzione e, proprio alcuni alunni hanno, a loro volta, condiviso alcune esperienze e spronato tutti alla massima attenzione nel rispetto delle più semplici norme di sicurezza invitando ad essere sempre ragionevoli ed attenti.

L’iniziativa non sarà isolata, ma verrà replicata per assumere una dimensione itinerante, al fine di coinvolgere il maggior numero di giovani che, a loro volta, possono informare famiglie e specifiche realtà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il valore della vita, celebrata la II Giornata in memoria delle vittime della strada

ReggioToday è in caricamento