Cronaca

La solidarietà non si ferma, donati due ventilatori alla neonatologia e tin del Gom

La consegna delle strumentazioni è avvenuta ieri alla presenza del garante Mattia, del commissario straordinario Fantozzi e della responsabile del reparto, dottoressa Mondello

L’emergenza da Coronavirus è passata alla "Fase 2", tuttavia l’attenzione, l’impegno, la dedizione e l’amore verso i piccoli pazienti dimostrata da tutti coloro che sono stati coinvolti nel pieno dell’emergenza non possono essere dimenticati.

Gom ventilatori neonatologia 02-2In particolare, Emanuele Mattia, garante per l’Infanzia della Città metropolitana di Reggio Calabria, in costante contatto con la dottoressa Isabella Mondello, circa le esigenze del reparto di Neonatologia del Gom, stimolato dal delicato caso di un neonato (di poco più di un mese) in ventilazione non invasiva con una bronchiolite sospetta Covid, si è adoperato, in collaborazione con Save the Children, per l’acquisto di due ventilatori neonatali-pediatrici per garantire la ventilazione dei piccoli pazienti con insufficienza respiratoria che necessitano di assistenza intensiva.

L’obiettivo è stato raggiunto grazie al coinvolgimento del Gruppo Bolton. La consegna delle strumentazioni è avvenuta ieri, giovedì 28 maggio, nei locali dell’Unità operativa di Neonatologia e Tin, in presenza dello stesso garante Mattia, del Commissario straordinario del Grande ospedale metropolitano, ingegnere Iole Fantozzi, e della responsabile del reparto, dottoressa Isabella Mondello.

La direzione strategica, l’Unità operativa di neonatologia e Tin del Gom in una nota esprimono "sincera gratitudine al garante per la sensibilità dimostrata verso i più piccoli e per l’impegno profuso affinché le due postazioni Covid venissero allestite al meglio; a Save the Children che, attraverso Carla Sorgiovanni, referente regionale per i Programmi in Calabria; al Gruppo Bolton che ha permesso materialmente che l’obiettivo venisse raggiunto".

Gom ventilatori neonatologia 01-2L’attenzione dimostrata dal garante, spiegano ancora dal Gom è "il riconoscimento dell’ottimo lavoro svolto dall’Unità operativa di neonatologia-Tin-Nido, la cui responsabile è stata nominata proprio nei giorni in cui il Covid si affacciava in Calabria, nell’affrontare l’emergenza epidemiologica. In particolare sono state adottate soluzioni efficaci per isolare i neonati con infezione certa o sospetta da Coronavirus e tutelare la sicurezza e la salute di tutti".

La difficoltà a cui si è andati incontro non erano poche, "in primo luogo perché il reparto di Neonatologia accoglie pazienti molto fragili che devono essere isolati da ogni possibile contagio; in secondo luogo, perché qui giungono neonati con difficoltà respiratorie anche gravi essendo questo l’unico centro HUB della provincia.

L’azione tempestiva del commissario straordinario Fantozzi, che da un lato ha fatto allestire la torre Covid per i pazienti adulti, ha permesso di definire un percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA) per il virus in Terapia intensiva neonatale nonché all’allestimento due stanze d’isolamento aggiuntive per i pazienti con infezione (certa o sospetta) da Coronavirus".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La solidarietà non si ferma, donati due ventilatori alla neonatologia e tin del Gom

ReggioToday è in caricamento