rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
L'arcidiocesi di Reggio-Bova

La Caritas al fianco dell'Ucraina: come partecipare alla raccolta fondi

"Dopo i bisogni che si sono presentati, anche nella diocesi di Reggio-Bova (zona Nord Gallico/Catona) sono stati già accolti dei nuclei familiari provenienti dall’Ucraina"

La Caritas Diocesana di Reggio Calabria Bova, assieme alla Consulta della aggregazioni laicali, ha espresso solidarietà e vicinanza alla popolazione ucraina e russa presente in città, unendosi alla preghiera per la pace con i fedeli ortodossi nella chiesa di S. Paolo dei Greci. 

In questo particolare momento, invita a prestare attenzione ed ascolto alle persone ucraine e russe che vivono nella nostra diocesi. Accoglie e rilancia l'invito che la presidenza della Cei ha fatto a tutte Chiese che sono in Italia a unirsi in una corale preghiera per la pace e ad aderire alla Giornata di digiuno indetta da Papa Francesco per il prossimo 2 marzo, mercoledì delle Ceneri per la conversione dei cuori e per invocare il dono della pace.

"Sappiamo - scrive la direttrice Maria Angela Ambrogio della Caritas dell'arcidiocesi Reggio Calabria-Bova - che la Caritas in Ucraina sta moltiplicando gli sforzi per far fronte ai bisogni immediati, ma anche per dare ascolto e sostegno psicologico alla popolazione sconvolta dalla follia della guerra. Gli operatori stanno cercando di mantenere in attività tutta la rete dei centri polivalenti che sono stati attrezzati per aiutare i tanti sfollati. Vi è in atto grande mobilitazione solidale in tutta Europa, anche attraverso Caritas Polonia, Moldova e Romania".

Per rispondere ai bisogni più urgenti per sostenere gli interventi di assistenza umanitaria ed emergenziale, nel rispetto di quanto fatto da altre agenzie e confessioni religiose la Caritas Diocesana di Reggio Calabria Bova, al momento, aderisce all’iniziativa di Caritas Italiana che si è attivata per fornire gli aiuti necessari alla popolazione ucraina, attraverso una raccolta fondi.

Ecco come sostenere gli interventi della Caritas Italiana

"A seguito dei bisogni che si sono presentati, anche nella nostra diocesi (Zona Nord Gallico/Catona) sono stati già accolti dei Nuclei familiari provenienti dall’Ucraina. Nei prossimi giorni, in accordo con Caritas Italiana, saranno proposte altre iniziative, che saranno comunicate tempestivamente.

Chi lo desidera può sostenere gli interventi di Caritas Italiana (Via Aurelia 796 - 00165 Roma), utilizzando il conto corrente postale n. 347013, o donazione on-line tramite il sito www.caritas.it, o bonifico bancario (causale “Europa/Ucraina”) tramite:
• Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma –Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111
• Banca Intesa Sanpaolo, Fil. Accentrata Ter S, Roma – Iban: IT66 W030 6909 6061 0000 0012 474
• Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013
• UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119

I riferimenti della Caritas di Reggio Calabria

La Caritas Diocesana di Reggio Calabria: bonifico bancario sul c.c. Banca Intesa San Paolo – Filiale Terzo Settore – Reggio Calabria Arcidiocesi Reggio Calabria/Bova Ufficio Caritas Diocesana IBAN:IT52I0306909606100000106002 con la causale Europa/Ucraina”

oppure effettuare un versamento in contanti presso la Caritas Diocesana di Reggio Calabria in via Tommaso Campanella, nelle giornate da lunedì a venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Caritas al fianco dell'Ucraina: come partecipare alla raccolta fondi

ReggioToday è in caricamento