Le ricerche / Gioia Tauro

Naufragio migranti, recuperati altri cinque corpi senza vita

La nave Diciotti è arrivata al porto di Crotone ma successivamente le salme saranno trasferite a Gioia Tauro, dove si procederà con le identificazioni e le procedure legali necessarie

La tragedia dell'immigrazione continua a segnare profondamente le coste italiane. La guardia costiera ha comunicato che la nave Diciotti è giunta ieri sera tardi al porto di Crotone, con a bordo altre cinque salme recuperate in mare, dopo il naufragio della barca a vela, avvenuto a circa 120 miglia dalle coste ioniche e al quale sono sopravvissute 11 persone.

Questi corpi senza vita si aggiungono ai trenta già recuperati in precedenza. Le cinque salme saranno successivamente trasferite a Gioia Tauro, dove si procederà con le identificazioni e le procedure legali necessarie.

La situazione nel Mediterraneo rimane critica, con numerosi migranti che ogni giorno tentano la traversata per fuggire da guerre, persecuzioni e condizioni di vita insostenibili nei loro paesi d'origine. La guardia costiera italiana continua a svolgere un ruolo fondamentale nel soccorso e nel recupero delle persone in difficoltà in mare, ma il costo umano di questa crisi è ancora elevatissimo.

Il recupero delle salme, seppur segnato dal dolore, rappresenta anche un monito per tutta la comunità internazionale sulla necessità di interventi concreti e coordinati per affrontare la crisi migratoria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio migranti, recuperati altri cinque corpi senza vita
ReggioToday è in caricamento