rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Il passaggio

Immobili dello Stato, l'ex federazione fascista passa al ministero della Cultura: la torretta al Tar

Il Podio, arengario monumentale dal quale Benito Mussolini nel 1939 pronunciò un discorso alla popolazione, caratterizzato dalla presenza di mosaici sarà oggetto di restauro conservativo

L'ex Torretta e il Podio, arengario monumentale dal quale Benito Mussolini nel 1939 pronunciò un discorso alla popolazione, con i suoi mosaici sarà oggetto di mirati interventi di restauro conservativo a cura del Tar grazie anche al supporto della struttura per la progettazione dell’Agenzia del Demanio.

Tutto ciò grazie alla passaggio di consegna dell'immobile dello Stato a favore del ministero della Cultura e della porzione immobiliare denominata “Ex Torretta” al Tribunale amministrativo regionale della Calabria. 

L’intero complesso, progettato negli anni ’30 dall’ingegnere reggino Flaminio De Mojà per essere destinato a Caserma dei Giovani Fascisti, è stato assunto nella consistenza dei beni patrimoniali dello Stato con il seguente titolo di trapasso della proprietà: “Art.38 del Decreto Legislativo luogotenenziale del 27/07/1944, n. 159” e, con Declaratoria n. 169 del 26.06.2018, dichiarato di interesse storico – artistico dal ministero dei Beni delle attività culturali e del turismo.

L’immobile, allo stato attuale, ospita la sede istituzionale del Tribunale amministrativo regionale della Calabria, che detiene la maggior consistenza del complesso, nonché l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, ove sono allocati uffici e laboratori di ricerca.

Con la dismissione parziale degli spazi già in uso al Tar – sezione staccata di Reggio Calabria, sarà possibile attuare un nuovo piano di razionalizzazione, a favore del Mic, rispondente alle previsioni normative in tema di ottimizzazione degli spazi demaniali.  L'operazione, resa possibile grazie alla ripresa in possesso operata dall’Agenzia del Demanio di spazi in parte inutilizzati e in parte detenuti senza titolo da soggetti privati, garantirà la permanenza dell’ufficio del Segretariato regionale nella città di Reggio Calabria, ubicato adesso in un immobile di proprietà dell’Arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova, in regime di comodato d’uso gratuito, grazie a una convenzione che andrà a scadere il 22 settembre 2024.

Dunque, il passaggio di consegne e l'atto formale sarà perfezionato oggi, alle 12.30, presso gli uffici del Tar. I necessari lavori di rifunzionalizzazione e adeguamento dei locali che saranno oggetto di consegna a favore del Mic saranno finanziati con fondi propri dell’Amministrazione assegnataria, garantendo altresì la valorizzazione dei beni dello Stato.

Saranno presenti il dottor Antonio Arnoni in rappresentanza dell’Agenzia del demanio e la dottoressa Maria Mallemace direttore del segretariato regionale del MiC Calabria. Sarà inoltre perfezionata la consegna, in uso governativo, a favore del Tribunale amministrativo regionale della Calabria della porzione immobiliare denominata “Ex Torretta”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili dello Stato, l'ex federazione fascista passa al ministero della Cultura: la torretta al Tar

ReggioToday è in caricamento