Distrusse l'auto di un avvocato e lo minacciò, i Carabinieri arrestano un commerciante

I militari della stazione di Riace hanno stretto le manette ai polsi di un quarantacinquenne che aveva preso di mira il professionista di Camini

I Carabinieri hanno ricostruito il caso

Diede fuoco all’autovettura di un avvocato, scoperto e arrestato dai Carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, guidati dal colonnello Giuseppe Battaglia. La stazione di Riace ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza e contestuale obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di S.V. quarantacinquenne, commerciante di Riace, già noto alle forze dell’ordine, in quanto ritenuto responsabile di danneggiamento seguito da incendio e minaccia aggravata, reati commessi in Camini lo scorso 29 giugno, nei confronti dell’avvocato Anthony Domenico Arcadi.

Le indagini hanno consentito di accertare l’esatta dinamica degli eventi, S.V. nel cuore della notte, raggiungeva a bordo della sua autovettura il piccolo borgo e dopo aver forzato la Fiat Uno dell’avvocato Arcadi si introduceva all’interno incendiandola inoltre prima di lasciale la scena del crimine S.V. lasciava, adagiata al suolo, una testa mozzata di caprino con una penna in bocca e gli occhi coperti da un lembo di stoffa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La misura cautelare emessa dal Gip presso il tribunale di Locri su richiesta della locale Procura della Repubblica scaturisce dalle risultanze investigative raccolte dalla Stazione di Riace che attraverso la visione delle immagini di numerosi sistemi di videosorveglianza ha individuato alcuni dei tratti distintivi del veicolo a bordo del quale il reo ha raggiunto la scena del crimine, elementi univoci che hanno consentito ai militari di individuare il veicolo nella disponibilità dell’indagato trovato altresì in possesso nello stesso paio di scarpe indossato al momento del delitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in Calabria 11 nuovi casi e focolaio a Reggio dopo un apericena: 8 i positivi

  • Covid, ordinanza della Santelli: obbligo di mascherine e tamponi per chi rientra da 4 Paesi

  • Covid, focolaio dopo una festa di compleanno: i titolari del Papo's Cafè fanno chiarezza

  • Comunali, Falcomatà presenta la lista Innamorarsi di Reggio: i nomi dei candidati

  • Rientri, sbarchi e assembramenti: nuova ordinanza della Regione Calabria

  • "Mare spettacolare: voto 10", Bobo Vieri in vacanza incorona la bellezza di Palmi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento