Lunedì, 15 Luglio 2024
Il report

Incendi, nel 2023 bruciate il 36% in più di superfici: nel Reggino in fiamme 20 chilometri quadrati

I dati registrati dall'Ispra. Nell'arco di soli quattro giorni, quelli tra il 24 e il 28 luglio 2023, sono bruciati circa 80 chilometri quadrati di superficie boschiva

Le sole regioni Calabria e Sicilia, nel 2023, hanno contribuito a più dell'83% del totale di superficie forestale italiana colpito da grandi incendi boschivi.

La sola regione Sicilia, con un totale di 101 chilometri quadrati di superficie forestale colpita da incendio, ha contribuito al 64% del totale forestale nazionale bruciato nel 2023, prosegue la nota. Nel 2023 solo 15 regioni su 20 sono state interessate da grandi incendi boschivi. Le regioni che non presentano superfici percorse da incendio sono il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, l'Emilia-Romagna, le Marche e l'Umbria. 

Questa la fotografia scattata dall'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) che ha confrontato i dati con l'anno precedente: la superficie percorsa da incendio diminuisce nel 2023 nelle regioni del Nord, del Centro-Nord e del Centro, mentre aumenta nelle regioni del Sud e in Sicilia e Sardegna.

In Calabria, nella sola provincia di Reggio, risultano percorsi da incendio superfici forestali per 20 chilometri quadrati. Il 43% degli ecosistemi forestali percorsi da incendio nel 2023 si trova all'interno di aree protette, appartenenti principalmente a siti della Rete Natura 2000.

Nell'arco di soli quattro giorni, quelli tra il 24 e il 28 luglio 2023, sono bruciati circa 80 chilometri quadrati di superficie boschiva (mediamente 20 chilometri quadrati/giorno), quasi la metà di quanto bruciato in tutto il 2023.

Nei mesi di agosto e settembre sono bruciati mediamente 0,3chilometri quadrati di foreste al giorno. Un altro evento significativo è poi quello avvenuto alla fine di settembre, quando sono bruciati nuovamente 20 chilometri quadrati di bosco tra il 17 e il 23 settembre (in media 2,8 chilometri quadrati/giorno), conclude la nota.

La provincia che ha maggiormente sofferto gli incendi è quella di Palermo con 43,5 chilometri quadrati, che da sola rappresenta il 43% del totale forestale regionale bruciato e ben il 28% del totale forestale nazionale percorso da incendio quest'anno. Anche nella provincia di Messina e in quella di Siracusa sono bruciati rispettivamente 23 e 10 chilometri quadrati di superficie boschiva, aggiunge la nota. 

Dal 1° gennaio al 31 maggio 2024 risulta una superficie complessiva colpita da incendi boschivi di 39 chilometri quadrati, di cui quasi 12 appartenenti a boschi e foreste. Attualmente l'80% delle aree percorse da incendio sia totali che forestali si trova nelle regioni Sicilia e Calabria.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi, nel 2023 bruciate il 36% in più di superfici: nel Reggino in fiamme 20 chilometri quadrati
ReggioToday è in caricamento