rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Incendi

In fiamme l'auto del rettore dell'Università per Stranieri

L'episodio è avvenuto sabato scorso in centro. A darne notizia lo stesso docente con un messaggio rivolto alla comunità accademica: "Vivo una duplice amarezza". La solidarietà al docente

Nei giorni scorsi, in centro città, l'auto del professor Antonino Zumbo, rettore dell'Università per Stranieri Dante Alighieri, è stata divorata dalle fiamme. A darne notizia lo stesso docente, (nella foto), con un messaggio inviato alla comunità accademica e pubblicata sul sito dell'Unida che riportiamo integralmente:

Zumbo universita stranieri-2"Vi devo comunicare che sabato u.s., in tarda serata, è stata incendiata dolosamente, come rilevato dalla polizia, la mia automobile, parcheggiata a 50 m. dalla mia abitazione. E’ un gesto inqualificabile e, per quanto mi riguarda, inspiegabile, che va comunque letto, nel suo tristo e delinquenziale messaggio, quale sinistro e minaccioso avvertimento.  

In conseguenza di che? E ci sarà un seguito? Non sono in grado di rispondere. Ma di quanto accaduto in danno non di un privato cittadino, e di questo ne sono certo, ma del Rettore della Vostra e nostra Università, nessuna notizia sulla stampa o sui mass media, nessun segno, verbale o scritto da parte di chicchessia, complice forse la domenica elettorale.

Vivo, dunque, una duplice amarezza, pur nell’affetto della mia famiglia, personale e istituzionale, che mi porta ad una pacata, ma severa, riflessione sul mio essere e sul mio operato, soprattutto in questa fase di difficoltà per l’Ateneo, di Rettore dell’UniDA, riflessione che potrà essere foriera di future consequenziali valutazioni e decisioni in merito.

Tanto era mio preciso dovere comunicarVi, fermamente convinto, comunque, di non aver fatto nulla, come privato e come figura istituzionale, da ‘meritare’ di essere destinatario di un’azione che definire criminale è dire poco. Auguro a tutti Voi buon inizio di settimana e buon lavoro. Vogliate il bene della vostra università!"

La solidarietà della comunità accademica al rettore Zumbo

Il personale docente e tecnico amministrativo esprime totale solidarietà al prof per il vile atto subito. "Nel condannare il deprecabile gesto perpetrato nei confronti e del cittadino e del più alto rappresentante dell’Ateneo, tutta l’Università confida nelle autorità d’indagine e giudiziarie affinché siano individuati i responsabili, in modo che l’Istituzione accademica possa continuare serenamente a svolgere la propria missione culturale e formativa sul territorio, dove rappresenta un insostituibile presidio di legalità e sapere".

La vicinanza della Città metropolitana

Anche il sindaco facente funzioni della Metrocity di Reggio Calabria, Carmelo Versace, esprime "una condanna ferma all'ennesimo vile ed ignobile gesto che colpisce le istituzioni e gli uomini per bene di questa città. Auspico - ha aggiunto il sindaco facente funzioni - che i responsabili del barbaro atto incendiario possano essere prontamente individuati e che sull’episodio venga fatta piena luce. Giunga, infine, la mia più totale vicinanza e quella dell'Ente che rappresento al professor Zumbo, alla sua famiglia ed a tutta la comunità accademica dell'università Alighieri".

La condanna del gesto e la solidarietà della Mediterranea

Il prof. Giuseppe Zimbalatti, nel condannare il vile gesto di cui è stato vittima il rettore, prof. Antonino Zumbo, esprime la solidarietà dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

L'incoraggiamento dell'arcivescovo Morrone

Monsignor Fortunato Morrone, arcivescovo metropolita di Reggio Calabria-Bova e presidente della Conferenza episcopale calabra, condannando il fatto accaduto, "esprime la propria vicinanza al noto accademico reggino. Stimato docente di storia della tradizione classica nelle letterature moderne, Zumbo ha rinvigorito e rilanciato l'azione formativa della "Dante Alighieri", autentico presidio socio-culturale del contesto metropolitano reggino e punto di riferimento accademico a livello nazionale e internazionale.

Incoraggiando il Magnifico Rettore nella prosecuzione della sua preziosa azione formativa ed educativa volta all'accoglienza e all'inclusività, l'arcivescovo Morrone e l'arcidiocesi tutta auspicano che le forze inquirenti facciano pronta chiarezza sull'accaduto invitando la comunità a riflettere sul vile gesto e a proporre modelli educativi evangelicamente ispirati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fiamme l'auto del rettore dell'Università per Stranieri

ReggioToday è in caricamento