rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Incendi Siderno

Comune sotto attacco, ancora una intimidazione a Siderno

Nella notte bruciati due mezzi comunali, il sindaco Fragomeni: "Vogliono bloccare la democrazia, riportare indietro Siderno. Non passeranno", la solidarietà del Pd calabrese

Nuova intimidazione a Siderno, dove alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre è stato eletto il nuovo sindaco, Maria Teresa Fragomeni, dopo lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. Dopo le due auto bruciate al consigliere comunale di opposizione, Mimmo Catalano, e il proiettile ritrovato sul davanzale della finestra del Comune, la scorsa notte due mezzi del Comune sono stati dati alle fiamme da ignoti. "L'incendio di due mezzi del Comune apre questa settimana -scrive su Facebook il sindaco Fragomeni -, è ormai evidente che siamo sotto attacco. Un attacco che per la sua continuità, non lascia spazio ad interpretazioni fantasiose o peggio negazioniste. Il messaggio è chiaro: vogliono bloccare la democrazia, riportare indietro Siderno. Non passeranno". "La nostra risposta - conclude il Primo cittadino - sarà nel modo di amministrare, impermeabile ad ogni tentativo di condizionamento, in sintonia con le Istituzioni dello Stato e nell'esclusivo interesse dei cittadini e del bene comune".

"Il Partito democratico della Calabria esprime solidarietà a Siderno ed ai suoi amministratori". Così il commissario regionale del Pd Stefano Graziano che aggiunge: "L'escalation di attacchi criminali di cui è vittima la comunità, fin dall'insediamento della nuova amministrazione comunale, ci preoccupa per la tracotanza con cui si ripetono e ci impegna al fianco del sindaco Mariateresa Fragomeni, della sua giunta e dell'intero consiglio comunale, affinché la città possa tornare a respirare attraverso una gestione sana e trasparente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune sotto attacco, ancora una intimidazione a Siderno

ReggioToday è in caricamento