rotate-mobile
L'udienza / Gioia Tauro

Morte nel cantiere del porto di Gioia Tauro, Agostinelli rinviato a giudizio dal gup

Il presidente esprime amarezza per l'esito dell'udienza: "La sicurezza nei luoghi di lavoro da sempre ha improntato l’operato di questa autorità di sistema portuale"

E' stato rinviato a giudizio dal giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Palmi Andrea Agostinelli, presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio, nella vicenda giudiziaria per la morte di Agostino Filandro, avvenuta a causa di un incidente in un cantiere navale del porto di Gioia Tauro.

Il Gup ha deliberato il rinvio a giudizio di tutti gli indagati (altri dipendenti dell’Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio e due guardie giurate in servizio al gate nel giorno della tragedia, avvenuta il 21 giugno del 2019). Per l'esito dell'udienza preliminare tenuta ieri Agostinelli ha espresso "sconcerto e grande amarezza". In una nota il presidente ha infatti voluto ricordare "lo sforzo relativo al rispetto e all’osservanza delle norme per la sicurezza nei luoghi di lavoro che, da sempre, ha improntato l’operato di questa Autorità di Sistema portuale". Allo stesso tempo, Agostinelli manifesta "grande fiducia nell’operato della Magistratura, certo che il Tribunale di Palmi saprà individuare le reali responsabilità di quella tragedia".

Conclude Andrea Agostinelli: "A tale proposito evidenzio come la sentenza n° 2948 del Consiglio di Stato giudicò perfettamente legittimo l’operato di questa Autorità di Sistema portuale, allorquando pronunciò la decadenza della concessione rilasciata al cantiere, per gravissime inadempienze del suo titolare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte nel cantiere del porto di Gioia Tauro, Agostinelli rinviato a giudizio dal gup

ReggioToday è in caricamento