rotate-mobile
Il fatto

Incidente sul Ponte Calopinace, ubriaco al volante sulla pista ciclabile

L'uomo, a seguito dello sbarramento dovuto alla partita casalinga della Reggina, ha tentato di evitare l'ostacolo facendo una "strada alternativa"

Ha trovato chiusa la strada sul ponte Calopinace, in direzione stadio, a seguito dello sbarramento dovuto alla partita casalinga della Reggina contro il Pisa, e così ha pensato di evitare l'ostacolo percorrendo "una strada alternativa". L'uomo, di 68 anni, alla guida della propria vettura, una Peugeot rossa, intorno alle ore tredici, ha deciso così di percorrere la pista ciclabile. 

Solo che la pista ciclabile è risultata delimitata da panettoni di protezione in cemento oltre che evidentemente non abbastanza grande rispetto alla sagoma del veicolo a motore.  Da qui l'impatto prima con l'ostacolo fisso in cemento e poi con una palina della segnaletica verticale.incidente stradale dissuasore

Fortunatamente il conducente è rimasto illeso. Non si può dire lo stesso dell'autovettura.

A spiegare la scelta azzardata del guidatore, l'esito del rilievo etilometrico curato prontamente da una pattuglia di pronto intervento della polizia locale intervenuta per i rilievi agli ordini del dottore Fiume. Quasi tre volte superiore ai limiti di legge il risultato. Inevitabile il ritiro della patente di guida e il deferimento all'autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza. Essendo ancora in fase d'indagini le ipotesi di reato a carico del conducente dovranno essere validate dalla competente autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sul Ponte Calopinace, ubriaco al volante sulla pista ciclabile

ReggioToday è in caricamento