Non si fermano all'alt sulla Nazionale, inseguiti si schiantano contro un palo: un ferito grave

Incidente nella notte del 17 febbraio nei pressi di San Leo. Sul luogo i sanitari del 118. Indagini in corso delle forze dell'ordine per scoprire i motivi della fuga

Incidente stradale, questa notte, sulla Nazionale, nei pressi di San Leo, nella zona sud di Reggio Calabria. Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, due giovani, a bordo di una Lancia Musa, non si sarebbero fermati all’alt dei carabinieri, in servizio di pattugliamento e controllo su strada.

Gli uomini dell'Arma, agli ordini del colonnello Giuseppe Battaglia, hanno inseguito l'auto che ha finito la sua folle corsa contro un palo dell’illuminazione. Uno dei due ragazzi, seduto lato passeggero, dopo il violento impatto è sbalzato fuori dall'abitacolo, riportando lesioni gravissime.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118 che, dopo i primi soccorsi, hanno trasportato il ragazzo, in codice rosso, al Grande Ospedale Metropolitano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sue condizioni di salute sono drammatiche. Il conducente dell'auto, pare non abbia riportato alcun trauma. Accertamenti in corso da parte dei carabinieri e dei vigili urbani, per ricostruire la dinamica del sinistro e scoprire i motivi della fuga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insultano la Calabria sui social, lo sfogo di una lettrice: "Niente da invidiare a nessuno"

  • Coronavirus, scatta l'allarme a Melito Porto Salvo: primi contagi in una casa per anziani

  • Montebello "zona rossa", eseguiti oltre 40 tamponi: tutti con esito negativo

  • Covid-19, il diktat "Passa pa casa" del sindaco diventa virale e finisce su The Guardian

  • Coronavirus, il comune di Montebello Ionico chiede dati censimento sui tamponi effettuati

  • Coronavirus, il sindaco Falcomatà chiede i tamponi per tutti i cittadini calabresi

Torna su
ReggioToday è in caricamento