rotate-mobile
Il finanziamento

Infrastrutture, dal Cipess arrivano 465 milioni per la Calabria

Dal Fondo di coesione arriveranno per la Strada Statale 106, nella tratta Catanzaro-Crotone, con 220 milioni di euro, per la strada di collegamento San Luca, con 65 milioni di euro e per l'elettrificazione della linea ferroviaria jonica calabrese con 180 milioni di euro

"I 465 milioni di euro stanziati per la Calabria dal Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile sono una buona notizia, e soprattutto sono il frutto positivo di un costante lavoro fatto in questi mesi da Mauro Dolce. Nelle proiezioni iniziali del governo, infatti, alla nostra Regione sarebbero andati circa 350 milioni di euro, con l'iniziativa del nostro assessore ai Lavori pubblici abbiamo incrementato questa cifra di 115 milioni di euro, atterrando a 465". Così il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto.

"Siamo soddisfatti - aggiunge - per quanto raggiunto, ma dal governo nazionale ci aspettiamo di più. Soprattutto pretendiamo che anche per la nostra Regione il Piano nazionale di ripresa e resilienza possa concorrere a finanziare le infrastrutture strategiche, indispensabili per lo sviluppo del nostro territorio".

"Le risorse del Fondo sviluppo e coesione, periodo 2021-2027, destinate dal Cipess - afferma - riguarderanno la Strada Statale 106, nella tratta Catanzaro-Crotone, con 220 milioni di euro, la strada di collegamento San Luca, con 65 milioni di euro, e l'elettrificazione della linea ferroviaria jonica calabrese con 180 milioni di euro".

"Conosciamo il prezioso lavoro che stanno facendo il ministro Carfagna e il ministro Giovannini, ma la Calabria - conclude Occhiuto - è una terra che chiede opportunità e che vuole riscattarsi, costruendo un futuro migliore per la sua gente e per i suoi giovani. Anche per noi il Pnrr dovrà essere una reale occasione di rilancio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture, dal Cipess arrivano 465 milioni per la Calabria

ReggioToday è in caricamento