Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Intimidazione emittente Reggio TV, la solidarietà del mondo politico e civile

Nei giorni scorsi ignoti hanno danneggiato un autoveicolo aziendale della nota tv di Reggio Calabria. I messaggi di vicinanza all'editore Eduardo Lamberti Castronuovo

L'auto danneggiata (foto dal sito dell'emittente Reggio Tv)

Nei giorni scorsi un autoveicolo della nota emittente televisiva Reggio Tv è stato danneggiato da ignoti. In seguito a quanto accaduto, il mondo civile e politico ha espresso solidarietà e vicinanza alla televisione dell'editore Eduardo Lamberti Castronuovo.

Il sindaco Giuseppe Falcomatà parla di episodio "grave e inquietante" e sottolinea "l’impegno della televisione sul terreno dell’informazione e della cultura. Quanto accaduto ai danni dell'emittente Reggio Tv, a cui ignoti hanno danneggiato un autoveicolo aziendale, è grave e inquietante al tempo stesso. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad un gesto intimidatorio posto in essere da alcuni balordi nei confronti di una realtà editoriale che da anni svolge un lavoro estremamente prezioso sul terreno dell'informazione e della promozione culturale".

"All’editore – prosegue il primo cittadino – che da sempre profonde con grande entusiasmo e autentica passione civile il proprio impegno a favore della comunità anche attraverso i contenuti prodotti dalla propria emittente, a tutti gli operatori dell’informazione e alle maestranze, esprimo la più convinta solidarietà e vicinanza, a nome mio e dell’intera città.

Nella piena consapevolezza – conclude il sindaco Falcomatà - che non sarà certo la vigliaccheria di qualcuno che opera nell’ombra a intaccare il virtuoso percorso editoriale portato avanti da Reggio TV, sempre nel solco della libertà di pensiero, del pluralismo e di un attento lavoro di approfondimento volto a sostenere processi di partecipazione e cittadinanza attiva e consapevole".

Anche Aldo Ferrara e Domenico Vecchio, presidenti di Unindustria Calabria e Confindustria Reggio Calabria, esprimono piena vicinanza e totale solidarietà all’imprenditore Lamberti Castronuovo e a tutti i dipendenti dell’emittente ReggioTV "per il vile atto intimidatorio subito che condanniamo con fermezza. La territoriale reggina di Confindustria e l’intera Unindustria Calabria, in tutte le loro componenti – prosegue la nota – si stringono attorno alla grande famiglia di Reggio TV, invitandola a proseguire con rinnovata determinazione e il consueto slancio creativo, il proprio lavoro in campo editoriale.

Un percorso, quello condotto in questi anni dall’emittente reggina, contrassegnato da una grande capacità di analisi, sviluppo del pensiero critico e soprattutto libertà di informazione. Tratti distintivi di questa realtà imprenditoriale – evidenziano i rappresentanti confindustriali - che, a dispetto di una crisi generale che da tempo interessa tutto il comparto delle produzioni televisive, porta avanti con grande coraggio e abnegazione un’esperienza editoriale e culturale improntata alla denuncia, circa gli aspetti di maggiore criticità che riguardano il nostro territorio, ma anche, in chiave propositiva, alla irrinunciabile fase di proposta e contributo costruttivo alla crescita sociale della comunità.

Un lavoro di grande spessore di cui Reggio Calabria ha continuo bisogno e che, ne siamo certi, – prosegue la nota – non potrà essere minimamente frenato o turbato da chi ancora si ostina a credere che questa terra debba piegarsi agli interessi e alla prepotenza di quanti operano per farla regredire. Nel ribadire la nostra vicinanza e auspicando che su tale episodio si faccia presto piena luce, - conclude la nota - intendiamo rilanciare, ancora una volta, l’impegno di Unindustria, su tutto il territorio regionale, a sostegno di tutte quelle realtà del nostro tessuto imprenditoriale e produttivo che fanno della cultura del lavoro, dell’operosità e del fermo rifiuto di ogni forma di violenza e prevaricazione criminale, motivi di vanto e orgoglio per tutta la Calabria".

Per il consigliere comunale Massimo Ripepi "un’azione vile nei confronti di una testata che rappresenta la voce libera dell’informazione nella città metropolitana dello Stretto, verso il quale non si può che esprimere ferma condanna e solidarietà all’emittente, ai suoi lavoratori e all’editore. Professionisti coraggiosi che quotidianamente firmano con impegno un’informazione libera e aperta a tutte le voci del territorio, cui dobbiamo essere riconoscenti e vicini per il prezioso servizio che svolgono".

Anche il coordinamento di Libera Reggio Calabria e la rete antiracket ReggioLiberaReggio – La libertà non ha pizzo, condannano "con fermezza il vile gesto intimidatorio subito a danno dei propri beni dall’emittente televisiva ReggioTv nei giorni scorsi. Stando alle prime ricostruzioni, pare non sia stato sottratto nulla dall’abitacolo del veicolo per cui, chi ha deliberatamente infranto i vetri del mezzo di servizio, ha voluto scientemente inviare un messaggio chiaro, preciso e netto ai giornalisti ed a tutti gli operatori della locale TV.

Gesto, tra le altre cose, reso inequivocabile dalle insegne e dai banner che caratterizzano l’automobile di servizio oggetto dell’intimidazione. Non smetteremo mai di indignarci, e di invitare i reggini a farlo, quando vengono perpetrati atti di prepotenza, arroganza e intimidazione nei confronti delle realtà imprenditoriali del nostro territorio che, quotidianamente, si impegnano per garantire un lavoro onesto ai nostri concittadini e cercano, attraverso il proprio impegno, di essere volano di sviluppo per il nostro territorio; nel caso di ReggioTv, inoltre, è ancora più grave se l’atto intimidatorio lo si inquadra in un'ottica di avvertimento nei confronti dei contenuti giornalistici che l'emittente, attraverso la Tv ed i social, diffonde quotidianamente".

Per Libera: "Turbare la libertà d'impresa è grave tanto quanto cercare di intimidire e minacciare la libertà di stampa e di espressione, diritti questi costituzionalmente riconosciuti. È per questo motivo, quindi, che il coordinamento di Libera Reggio Calabria e la rete ReggioLiberaReggio, intendono dimostrare la propria vicinanza e solidarietà a tutti i lavoratori dell’azienda Campese ed alla redazione, certi che non sarà questo piccolo avvertimento ad intimidirli e, anzi, rappresenta uno stimolo maggiore a continuare sulla stessa strada".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intimidazione emittente Reggio TV, la solidarietà del mondo politico e civile

ReggioToday è in caricamento