Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Gioia Tauro

Caporalato, "a Gioia Tauro nascerà una foresteria per i braccianti"

La ministra Luciana Lamorgese al Viminale ha sottoscritto un Protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura

"Insieme possiamo fare un buon lavoro, dalla sinergia tra le Istituzioni emergono sempre aspetti positivi". Lo dice la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese, che al Viminale ha sottoscritto un Protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura assieme ai ministri del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando e delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli e al Presidente del Consiglio Nazionale di Anci, Enzo Bianco.

"Oggi - spiega Lamorgese - siamo tutti riuniti per sconfiggere questo orribile reato che è il caporalato. C'è l'impegno di portare avanti un progetto ambizioso, ognuno facendo la sua parte e prendendo degli impegni precisi. Il Protocollo non si sovrappone al Piano triennale del ministero del Lavoro ma è un'aggiunta che puo' dare anche ulteriore slancio a quel piano. Questo non è il momento delle criticità, credo che sia il momento di guardare in positivo perchè ogni amministrazione assume degli impegni. Per quanto riguarda il ministero dell'Interno c'è la rete delle prefetture e, tramite i Consigli territoriali per l'immigrazione, verranno individuate anche le soluzioni piu' idonee sul territorio".

La ministra continua: "Come amministrazione dell'Interno, cui fanno capo i fondi PON legalità e i fondi Fami, noi abbiamo portato alla conclusione un accordo molto importante che è il primo in Italia e che verrà replicato anche in altri territorio.

Lo abbiamo siglato in Puglia a Borgo Mezzanone, dove abbiano previsto il compimento di moduli abitativi per 1.300 migranti. Attualmente è un centro dedicato all'accoglienza dei richiedenti asilo e che verrà invece utilizzato per coloro che lavorano nell'agricoltura per dare condizioni di vita più dignitose. Oltre che una foresteria regionale è previsto anche un centro per l'impiego dove andranno a incrociarsi domanda e offerte di lavoro. Con i Fondi PON sono stati destinati circa 12,5 milioni e mezzo di risorse. Le prime cinquanta sistemazioni verranno inaugurate già i primi di settembre. Analogo protocollo - continua Lamorgese - verrà firmato in Calabria nella piana di Gioia Tauro per dare anche lì la possibilità di una foresteria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caporalato, "a Gioia Tauro nascerà una foresteria per i braccianti"

ReggioToday è in caricamento