menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La discarica sequestrata dai Carabinieri

La discarica sequestrata dai Carabinieri

Scoperta e sequestrata una discarica abusiva, denunciato un ottantasettenne

L'area finita sotto la lente d'ingrandimento dei Carabinieri era vicina al centro urbano di Laureana di Borrello, vi erano stati depositate carcasse di automezzi fuori uso, tonnellate di pezzi di automobili, ricambi vari, materiale plastico di vario tipo, pneumatici, materiale elettrico ed elettrodomestici dismessi, fusti con oli esausti

Scoperta e sequestrata un’area di stoccaggio e discarica abusiva di automezzi e rifiuti speciali in pieno centro urbano a Laureana di Borrello. Una persona è stata denunciata dai Carabinieri. Non si ferma la repressione dell’annoso fenomeno delle discariche abusive, operato dai Carabinieri Forestali in provincia di Reggio Calabria.

I militari della stazione Carabinieri forestali di Laureana di Borrello, hanno scoperto e sequestrato una discarica abusiva di automezzi e rifiuti speciali vasta circa 1.500 metri quadrati, collocata in pieno centro urbano a Gioia Tauro. Il tutto opportunamente occultato alla vista da un alto muro di cinta in calcestruzzo e schermato all’ingresso da un cancello in ferro. Ma la discarica, date le dimensione dell’area, non è passata inosservata visionando le immagini riprese dai satelliti.

Era un campionario completo di rifiuti speciali, pericolosi e non, quello che i militari dell’Arma hanno trovato e sequestrato, composto principalmente da 24 carcasse di automezzi fuori uso con e senza targa, tonnellate di pezzi di automobili, ricambi vari, materiale plastico di vario tipo, pneumatici, materiale elettrico ed elettrodomestici dismessi, fusti con oli esausti e altro.

Immediato è scattato il deferimento all’autorità giudiziaria per B. A., un ottantasettenne di Gioia Tauro, proprietario dell’area nonché socio di maggioranza di una concessionaria di automobili della zona, che dovrà rispondere del reato di “attività di gestione illecita di veicoli fuori uso e rifiuti pericolosi”.

Come sempre è l’aspetto ambientale, con le ripercussioni che tale condotta illecita può avere nel tempo sulla salute degli abitanti della zona, quello che dovrebbe suscitare nei cittadini l’indignazione ed il rifiuto per queste frequenti condotte illegali, alla quale i Carabinieri forestali chiedono maggiore collaborazione segnalando, senza indugio, al 1515 ogni potenziale abuso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento